Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Silvio Berlusconi, il drammatico comunicato: "Salvini, atto ostile". La Bernini distrugge il centrodestra

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

"Un atto di ostilità a freddo che rompe il centrodestra". È durissima la nota ufficiale di Silvio Berlusconi che dice no alla candidatura da parte di Matteo Salvini e della Lega di Anna Maria Bernini, onorevole di Forza Italia, alla presidenza del Senato. Leggi anche: "Mi fido di Silvio, ma non...", la bomba di Salvini Gli azzurri, per bocca di Renato Schifani, hanno confermato la candidatura di Paolo Romani considerato "invotabile" dal Movimento 5 Stelle. L'accelerazione imprevista di Salvini, anziché una convergenza, è risultata dunque una provocazione per lo stato maggiore di Forza Italia, che è stato convocato per la serata. A questo punto la situazione non è mai stata tanto tesa. Berlusconi ha visto la mossa di Salvini come un avvicinamento ai 5 Stelle (che voterebbero la Bernini, per avere poi via libera alla presidenza della Camera di un proprio esponente) come anticamera di un (temutissimo) governo Di Maio-Salvini. Si tratta di capire ora fino a dove lo strappo clamoroso di Berlusconi condurrà il centrodestra. All'orizzonte c'è la minaccia di una crisi di governo nelle regioni del Nord dove Lega e Forza Italia governano insieme.

Dai blog