Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giulia Bongiorno aggredita in pieno giorno a Roma: in centro, il folle cala i pantaloni e la minaccia

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Momenti di puro terrore per la neo-ministro della Pubblica amministrazione, la leghista Giulia Bongiorno: in pieno giorno, intorno alle 17.45 di una calda domenica pomeriggio, è stata aggredita in centro a Roma, mentre passeggiava senza scorta insieme al figlio. In quello che era l'ultimo giorno prima dell'impegno nel governo Conte, dunque, una terribile esperienza: soltanto l'intervento delle volanti della polizia ha evitato il peggio. Leggi anche: Bonafede al posto della Bongiorno, prima sconfitta per Salvini L'aggressione si è consumata all'altezza di via della Mercede, a cento metri da piazza di Spagna, in pienissimo centro dunque. Contro di lei si è scatenato uno straniero con accento inglese, svestito, che camminava al centro della via completamente fuori di sé. Prima, il folle, si è avvicinato a una donna, urlando in inglese, ha calato i pantaloni e la ha molestata. La Bongiorno, che si trovava a pochi metri, è intervenuta per difendere la donna ma, come rivela Il Messaggero, il tizio le si è avvicinato minaccioso. A quel punto la prima donna aggredita, che era riuscita a divincolarsi, ha chiamato il 112; a stretto giro di posta ha fatto lo stesso la Bongiorno. Poco dopo l'intervento della polizia, a cui la Bongiorno e l'altra vittima hanno raccontato quanto accaduto: l'aggressore, dunque, è stato portato via dalle forze dell'ordine.

Dai blog