Cerca

A Villa Taverna

Matteo Salvini, mini-vertice col capo degli 007 all'ambasciata americana

6 Luglio 2018

1
Matteo Salvini, mini-vertice col capo degli 007 all'ambasciata americana

Un faccia a faccia durato alcuni minuti con Alberto Manenti, capo dei servizi di sicurezza esterni. La "passerella" di Matteo Salvini (e, tra gli altri, anche di diversi ministri del governo Conte) all'ambasciata americana in occasione del 4 luglio non è stata solo strette di mano, hamburger e selfie. Con Manenti il ministro dell'Interno, che poco prima aveva visto il vicepremier di Tripoli, ha parlato di Libia, della situazione di crisi del Paese nordafricano, di quello che si può fare per intervenire e migliorare la sicurezza dell'ex Paese di Gheddafi. Poi, lo stesso Salvini ha anche annunciato che a giorni potrebbe recarsi in visita a Mosca, "per la finale dei mondiali - ha spiegato - ma anche per incontrare il capo dei servizi segreti russi, per discutere di anti-terrorismo". Salvini ha anche rivelato che "mi piacerebbe organizzare un incontro tra Russia e Stati Uniti qui in Italia, so che a breve si vedranno anche in Finlandia".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • filen

    filen

    06 Luglio 2018 - 18:06

    Rosicaten komunisten rosicaten ahahah

    Report

    Rispondi

media