Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Europa, Ernesto Galli della Loggia: "Questa Ue mi ricorda l'Urss di Gorbaciov"

Matteo Legnani
  • a
  • a
  • a

Una stoccata così chiara all'Europa e ai suoi cosiddetti massimi esponenti e paladini, in questi mesi di attacchi al governo gialloverde, raramente la si è trovata sui giornali. Ernesto Galli della Loggia la tira nientemeno che dall'editoriale di prima pagina del Corriere della Sera, dove pur riconoscendo al commissario Ue Pierre Moscovici "qualche ragione" nella sua disfida coi vertici del governo italiano, scrive che "l'istituzione che egli (Moscovici, ndr) rappresenta, cioè l' Unione Europea, questa Unione Europea, non ha più alcuna presentabilità e credibilità politica. Da questo punto di vista Moscovici ricorda Gorbaciov, l'ultimo segretario del Pcus: diceva cose giuste ma parlava a nome di qualcosa, l' Unione Sovietica, che palesemente stava ormai per esalare l' ultimo respiro. L' Unione Europea si sta avvicinando a una condizione simile. Le elezioni che vi si terranno tra sei mesi, decretando la probabile vittoria delle forze nazional-populiste potrebbero essere l' inizio del suo collasso definitivo". E ancora: "La cosa strabiliante è che perfino di fronte a una simile prospettiva ormai chiara da tempo nessuno dei partiti e degli esponenti politici che hanno fin qui governato l' Unione si sia dato la pena di pensare o fare qualcosa per invertire il corso degli eventi". Leggi anche: Bruno Vespa: "Salvini-Di Maio e Juncker-Moscovici due treni in rotta di collisione"

Dai blog