Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nomine, governo Lega-M5S: Silvio Berlusconi decisivo per l'Istat

Matteo Legnani
  • a
  • a
  • a

L'Istat è uno dei poteri-chiave del Paese, perchè i dati macro-economici che produce sono alla base delle politiche economiche dei governi. Per questo, la nomina del suo presidente è tra le più delicate nell'orizzonte del governo giallo-verde. Il nome in pole position è quello di Giancarlo Blangiardo, professore di statistica all'università di Milano-Bicocca. Che però, rivela La Stampa, rischia una bocciatura che sarebbe un clamoroso smacco per il governo. La selezione era cominciata, come da procedura prevista, con un analisi dei nomi da parte della ministra della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno, e sulla base di quella pre-selezione il Consiglio dei ministri ha selezionato il professor Blangiardo, assai gradito alla Lega. Ma la nomina governativa deve essere confermata dalle commissioni Affari Costituzionali della Camera e del Senato, dove rischia di replicarsi un caso-Foa per la nomina del presidente Rai. Decisivi saranno infatti i voti di Forza Italia, che tuttavia accusa: "Hanno deciso su Blangiardo senza consultarci". Come con Foa, l'impressione è che sarà necessaria un'opera di convincimento nei confronti di Silvio Berlusconi in persona. Leggi anche: Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi, lo schieramento contro Matteo Salvini: è guerra totale?

Dai blog