Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Silvio Berlusconi e Romano Prodi, l'impensabile asse per far fuori Matteo Salvini

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Sono stati nemici per vent'anni, per tutta la Seconda Repubblica. Uno alla guida del centrodestra, dei liberali, l'altro a capo del centrosinistra, dei progressisti. Ma ora i due (ex) nemici Silvio Berlusconi e Romano Prodi sono più vicini di quanto si possa immaginare. Praticamente alleati.  In vista delle elezioni europee, riporta il Tempo, il Cavaliere torna in campo per impedire il successo dei sovranisti al Potere mentre il Professore mette in guardia gli italiani non da Silvio appunto ma dai sovranisti. Insomma, i due vecchi protagonisti del bipolarismo italiano per quasi vent'anni, si abbracciano per evitare che vincano Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Leggi anche: Enrico Letta e Romano Prodi? Tornano insieme. Retroscena terrificante: il partito-orrore I due reduci della Seconda Repubblica oggi che il testimone è passato a Lega e M5s e che Matteo Renzi è sparito, i veri anti-governo sono loro: Silvio e Romano. Uno si è candidato, l'altro no, ma entrambi lottano con lo stesso obiettivo.

Dai blog