Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini, la telefonata a Giuseppe Conte: "Stiamo esagerando, così rischi di andare a casa"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Pare che Matteo Salvini sia molto preoccupato dall'eventualità che Luigi Di Maio, messo sotto pressione da Alessandro Di Battista e Roberto Fico, alla fine dia il suo via libera all'autorizzazione a procedere per la Diciotti e il presunto reato di sequestro di persona. "Sarebbe un precedente grave", ammette lo stesso leader della Lega durante l'intervista a Quarta Repubblica. Leggi anche: "Che cosa ingoierà Di Maio e come finirà per Salvini". Meli, la profezia Del resto in questo momento non gli servono i sondaggi, gli servono i voti in Parlamento. Con il Movimento 5 stelle sta tenendo toni bassi. Ma poi ha chiamato al telefono Giuseppe Conte: "Così non la reggiamo - è il senso dell'avviso di Salvini al capo del governo, secondo quanto riporta il Corriere della Sera in un retroscena -. Io sono per il dialogo e il buon senso sempre e capisco le difficoltà interne di Di Maio, ma qui mi pare che si stia esagerando". Un avvertimento che ha rivolto indirettamente al vicepremier pentastellato: "Vogliono mandarmi davanti ai giudici? - si è sfogato con i collaboratori Salvini -. Forse non hanno capito quali conseguenze avrebbe un voto contro il governo". E ancora: "Se qualcuno continua a darmi del rompicoglioni le cose si fanno complicate".  

Dai blog