Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giorgia Meloni e la prova della vergogna Pd: "Servi della Francia di Emmanuel Macron"

Gino Coala
  • a
  • a
  • a

Ai responsabili del Partito democratico va riconosciuto un indiscusso talento nel riusce a scegliere la posizione più odiata dalla quasi totalità degli elettori italiani. Ci riesco sempre i dem, soprattutto quando c'è da schierarsi con il proprio Paese, per esempio nello scontro tra Italia e Francia, dopo che Emmanuel Macron ha addirittura richiamato l'ambasciatore in Italia. L'ultimo suicidio politico del Pd arriva dal profilo Twitter ufficiale, come ha fatto notare anche Giorgia Meloni sui social: i dem hanno aggiunto accanto al loro nome la bandiera francese e quella dell'Unione europea. Giusto per chiarire con chi stanno Maurizio Martina, Nicola Zingaretti e compagni. Leggi anche: Di Maio scrive a Le Monde, gaffe terrificante sulla Francia Con ironia, la leader di Fratelli d'Italia ricorda quel che già il Pd ha dimostrato nel corso degli ultimi anni di governo, quando i premier italiani andavano a Bruxelles sempre con il cappello in mano: "Il Partito democratico - scrive la Meloni - ci tiene a mostrare il proprio servilismo nei confronti di Francia e Ue. Contenti loro". Un autogol da non crederci, quasi peggio di quando Matteo Renzi si era messo in testa di creare in Italia un movimento che si ispirava a En Marche di Macron. Con questo fiuto elettorale, i piddini sembrano destinati all'estinzione eterna. La Meloni, per rendere la sua posizione ancor più chiara, ha successivamente postato su Facebook un video in cui ribadisce il punto:

Dai blog