Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini, il giudice lo elogia per le politiche sui migranti? La vergogna: linciato dai colleghi

Ventura Cigno
  • a
  • a
  • a

È finito nell'occhio del ciclone Roberto Politi, il presidente del Tar di Brescia, che nel corso della cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario ha avuto l'ardore di promuovere in modo piuttosto netto le politiche di questo governo e, in particolare, le mosse di Matteo Salvini sul fronte dell'immigrazione. Apriti cielo... "Un esecutivo finalmente non più pavido" di fronte a una "penosa litania dei diritti fondamentali": queste le parole usate da Politi durante il discorso sull'ingente numero di ricorsi avanzati dai richiedenti asilo contro le decisioni delle Commissioni territoriali per il diritto di asilo. Parole che gli sono valse dure critiche da parte degli avvocati delle camere penali di Brescia. Come riporta Il Giornale, i colleghi hanno pensato bene di confezionare una nota con cui stigmatizzare le farsi del presidente, bollate come "gravi per un magistrato nell'esercizio delle sue funzioni che proprio su quei diritti è chiamato a giudicare". Vietato fare un complimento a Salvini, insomma. Soprattutto se sei un magistrato. Leggi anche: Salvini ridicolizza le femministe che lo vogliono morto

Dai blog