Cerca

Ambiziosi

Matteo Salvini e Lega, sfida finale a Bergamo: Giacomo Stucchi per strappare la città al centrosinistra

21 Marzo 2019

0
Giacomo Stucchi

Tutto pronto per l'ultima grande sfida della Lega di Matteo Salvini. Tutto pronto dopo l'accordo con Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, a un tavolo dove il Cav, schiacciato dalle cifre dei sondaggi, ha ben poche carte da giocarsi. Nel mirino di Salvini, ora, c'è la Bergamo dove il sindaco è Giorgio Gori, del Pd, in corsa per il secondo mandato alle amministrative che si celebreranno il prossimo 26 maggio. La Lega vuole a tutti i costi la città lombarda: il candidato per il centrodestra sarà Giacomo Stucchi, presidente della Lega Lombarda e, nella scorsa legislatura, a capo del Copasir.

Leggi anche: Matteo Salvini, le lacrime al Senato

Ex deputato ed ex senatore, 50 anni, Strucchi proverà a strappare la città al centrosinistra, che governa dal 2014, quando la poltrona di sindaco fu strappata a Franco Tentorio in quota Forza Italia. Buone le possibilità per la Lega di vincere: Gori, lo scorso marzo, è stato sconfitto alle regionali da Attilio Fontana. Insomma, c'è un pesantissimo precedente che depone a sfavore dell'ex spin-doctor di Matteo Renzi. A benedire la corsa di Stucchi ecco Roberto Calderoli, presente all'ufficializzazione della candidatura: "Lo sostengo senza riserve. È una persona solida, concreta. È l'uomo migliore non solo della Lega, ma per la città di Bergamo". L'ultima sfida, insomma, è appena iniziata.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media