Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beppe Grillo, la violenza del guitto contro Matteo Salvini: "Va preso a calci"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Beppe Grillo attacca Matteo Salvini in una intervista al magazine 7 del Corriere della Sera. Il fondatore del Movimento 5 Stelle spiega il suo "spostamento" di lato: "Volevano bruciarmi, allora mi sono spostato" dice riferendosi alle diverse cause in corso da parte dei dissidenti e degli espulsi dal M5s: "Malignamente vorrei sottrarmi alle cause... ma che domanda strana: è come mettere del fuoco al sedere di uno e poi chiedergli: Dica la verità, si è spostato per quello eh?". Come Luigi Di Maio, non risparmia critiche a Matteo Salvini: "Lo manderei a calci a fare il suo lavoro al Viminale".  Leggi anche: "Salvini fa parte della casta". Di Maio attacca il leader? Il leghista Morelli lo asfalta  

Dai blog