Cerca

Il retroscena

Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Giovanni Toti, le trame segrete per il voto anticipato

13 Giugno 2019

2
Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Giovanni Toti, le trame segrete per il voto anticipato

Non ne è sicuro al cento per cento ma Matteo Salvini ci sta pensando seriamente ad andare a elezioni anticipate come gli chiedono tutti i suoi fedelissimi. Certo restare in un governo dove l'alleato, il Movimento 5 stelle, è disposto a ogni concessione è un'ipotesi allettante. Tant'è. Ora il leader della Lega sta prendendo in seria considerazione l'idea di tornare al voto.

Lo confermano i continui contatti telefonici con Giovanni Toti. Secondo un retroscena de Il Giornale i vertici di Fratelli d'Italia, sono convinti che alla fine Salvini farà saltare il banco e addirittura si sgancerà non solo da Forza Italia ma pure da Fdi, preferendo la corsa solitaria. La questione è stata trattata in una riunione ristretta di Giorgia Meloni e dei big del suo partito la settimana scorsa. 

Finché Salvini non prenderà una decisione, ogni scenario è possibile. Almeno per un mese, fino a quando si chiuderà definitivamente la "finestra" elettorale che rende possibile votare l'ultima domenica di settembre o la prima di ottobre, termine ultimo perché ci siano i tempi tecnici per avviare la nuova legislatura e approvare la legge di Bilancio. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rkmont

    14 Giugno 2019 - 09:09

    Non mi piace questo atteggiamento di Salvini che vuole fare fuori tutti i suoi alleati per comandare in solitaria: gli uomini che governano da soli si chiamano dittatori, e non ne sento il bisogno. Non capisco perché Salvini non vuole andare con Fratelli d'Italia: paura che la Meloni gli faccia ombra perché è più brava di lui?

    Report

    Rispondi

  • barry

    14 Giugno 2019 - 00:12

    Non credo che i grillini siano disposti a ogni concessione! Magari qualcuno di loro sì, ma molti altri non lo sono per niente! Lasciate lavorare in pace Matteo, che ha le idee chiarissime, ma si deve sempre adeguare alla realtà dei fatti.

    Report

    Rispondi

media