Cerca

Dalla Versiliana

Matteo Salvini spiazza anche i leghisti: "Conte ancora il mio premier. E se martedì...". Si alza la posta

18 Agosto 2019

0
Matteo Salvini spiazza anche i leghisti: "Conte ancora il mio premier. E se martedì...". Si alza la posta

"Giuseppe Conte è ancora il mio presidente del Consiglio". Matteo Salvini, dal palco della Versiliana, risponde così al Movimento 5 Stelle che nel pomeriggio l'aveva gelato, bollandolo come "interlocutore inaffidabile e non più credibile", confermando di fatto l'impossibilità di ricucire sulla crisi di governo. Ma il leader della Lega sorprende i leghisti per primi, dimostrandosi conciliante: "Il mio rapporto con il premier è ormai epistolare. Lui mi scrive lettere e io gli rispondo via lettera", ammette. Ma gli occhi di tutti sono per il 20 agosto, il giorno in cui Conte andrà in Senato a riferire: "Martedì a mente aperta lo ascolterò. Se dice applichiamo la flat tax, la cosa che vogliamo fare noi... Altrimenti vediamo. Nelle ultime settimane ho fatto un esercizio di pazienza".

Tradotto: non è affatto detto che la Lega prema per la sfiducia (mozione presentata ma mai calendarizzata) e l'impressione è che per un paio di giorni ci saranno ancora trattative serrate. In ogni caso, ribadisce Salvini, "tengo sempre il telefonino acceso". "Non si sa cosa venga a comunicare Conte in Senato. Io vado e ascolterò le comunicazioni senza pregiudizi. Sono abbastanza laico ma se il mood sarà quello delle ultime settimane non vedo possibili altri ragionamenti".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Juventus, arrestati dodici capi ultrà bianconeri. Le immagini della polizia
Giuseppe Conte ai 42 sottosegretari: "Serve dialogo con tutte le forze politiche per attuare il programma"
Lega a Pontida, tutte le stravaganze dei manifestanti

media