Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sergio Mattarella, l'ultimatum ai partiti: "Entro le 19 serve un quadro della situazione". Asse Pd-M5s lontano

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Sergio Mattarella presenta l'ultimatum a tutti i partiti, in particolare ai Cinque Stelle e al Partito Democratico disposti (forse) a dare vita a una nuova alleanza. Prima di stilare il calendario delle Consultazioni previste a partire da martedì 25 agosto, il Quirinale infatti sarebbe in attesa delle risposte dalle varie forze politiche, per capire come procede il confronto e se effettivamente c'è la possibilità di dar vita ad un nuovo governo. Il presidente non vuole arrivare al giro di consultazioni con ancora tutti i nodi sul piatto, ipotesi altamente probabile visto la difficile trattativa tra Pd e M5s. Questo, mentre la Lega è tornata a chiedere all'ex alleato un incontro faccia a faccia per riannodare i nodi di un nuovo governo gialloverde. Per questo - si apprende in ambienti parlamentari - il Colle avrebbe sollecitato i partiti a fornire entro le 19 di lunedì un quadro della situazione. Piccolo dettaglio: il Pd ha in agenda la propria direzione per martedì alle 18, che rischia di arrivare a decisioni già prese. Non un bel segnale per i tifosi dell'inciucio. Leggi anche: Mattarella, l'amico Castagnetti si sbilancia sulla crisi: frecciatina a Zingaretti Se ci fosse la concreta possibilità di arrivare ad un accordo, potrebbe essere programmato un giro di consultazioni tra domani pomeriggio e la giornata di mercoledì. Altrimenti, qualora non dovesse emergere alcuna ipotesi di intesa, gli incontri al Colle potrebbero essere più rapidi per poter dare vita velocemente ad un governo di garanzia, allo scioglimento delle Camere e ad elezioni il prima possibile.

Dai blog