Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini, ultimo sfregio di Moscovici: "Non piangerò quando andrà all'opposizione. Pd e M5s da tentare"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

"Penso che è un'esperienza che debba essere tentata". Pierre Moscovici è spudorato, ma non sorprendente. Il Commissario Ue agli Affari economici uscente, francese e socialista, in un'intervista al canale televisivo francese LCI commenta così la possibile formazione di un nuovo governo tra M5s e Pd e il ritorno di Matteo Salvini all'opposizione. "Il posto dell'Italia è essere al cuore dell'Unione Europea e dell'Europa, ed è il senso del nuovo governo se riuscirà a entrare in funzione". Leggi anche: Salvini, ma che hai combinato? Nasce il nuovo "governo Monti": dove mandano la Severino "Non posso dire di aver avuto simpatia spontanea per Salvini, per le sue tesi e per i suoi comportamenti - ammette ancora Moscovici -. È un populista di estrema destra, che appartiene allo stesso gruppo di Marine Le Pen all'Europarlamento. Non piangerò quando lascerà il governo". "Per l'Italia avere un governo che tiene a alcuni principi, un governo democratico, che lavori alla giustizia e all'efficacia dell'economia italiana, è importante. Non ho nostalgia rispetto alla partenza del signor Salvini".

Dai blog