Cerca

Rabbia

Taglio dei parlamentari, Paolo Becchi: "Nemmeno Licio Gelli e P2 si erano spinti a tanto"

8 Ottobre 2019

1
Paolo Becchi

No, a Paolo Becchi il taglio dei parlamentari approvato alla Camera oggi, martedì 8 ottobre, non convince affatto. Dopo l'appello alla Lega e Matteo Salvini di lasciare l'aula al momento del voto, appello non raccolto, il filosofo torna all'attacco su Twitter, criticando nel merito la legge: "Con la riduzione di circa il 40% di parlamentari l'Italia sarà in Europa il Paese con il minor numero di rappresentanti - premette -. Un colpo micidiale alla volontà popolare. Neanche la proposta della loggia massonica P2 di Licio Gelli si era spinta a tanto", conclude Paolo Becchi, tirando in ballo uno dei precedenti più inquietanti nella storia della repubblica italiana.

Di seguito, il tweet di Paolo Becchi:

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • captain fantastic

    09 Ottobre 2019 - 11:11

    Licio Gelli? Oggi voterebbe fratelli d'Italia. E' inquietante? Effettivamente si.

    Report

    Rispondi

media