Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giorgia Meloni a Non è l'Arena: "Caro immigrato, vuoi aprire un negozio in Italia?", ovazione da Giletti

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Ospite di Non è l'Arena a La7 Giorgia Meloni parla di politica, privato, Europa e Italia. Incalzata da Massimo Giletti, la leader di Fratelli d'Italia va subito al punto: "Extracomunitario caro vuoi aprire un azienda in Italia? Allora mi versi 30.000 euro in anticipo e puoi competere ad armi pari con gli italiani". Il tema è quello carico alla destra di FdI, la difesa dell'italianità ma soprattutto della giustizia sociale in un momento in cui, a livello di percezione ma non solo, gli italiani spesso si sentono cittadini di Serie B rispetto agli immigrati, anche di recente arrivo, perlomeno nelle priorità di molti partiti.   Leggi anche: "La figuraccia mondiale del governo e della Lamorgese sulla immigrazione" "Il problema dell'immigrazione è un problema italiano - sottolinea ancora la Meloni -. L'Europa non ha cambiato niente. La Francia e la Germania vogliono trasformare l'Italia nel campo profughi d'Europa. E noi non ci stiamo a questa prospettiva".  "Quando si dice che c'è un'Europa a guida franco-tedesca che è a favore di questo governo ci si deve interrogare su cosa questo governo darà in cambio a questo favore", tuona la leader di FdI che sottolinea anche la propria posizione anti-turca: "Io rivendico di aver fatto la campagna contro l'ingresso della Turchia in Europa e ritengo che la sinistra e questo governo debbano mettere una parola definitiva contro questo ingresso. Trovo molto pericoloso il disegno imperialista di Erdogan e l'Europa deve dare un segnale".

Dai blog