Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giorgia Meloni sfida Salvini e Berlusconi: "Firmare un patto anti-inciucio, non come nel 2018"

Marco Rossi
  • a
  • a
  • a

Giorgia Meloni è pronta a dare l'ultima spallata al governo Conte. Chiede garanzie agli alleati del centrodestra Salvini e Berlusconi e si appresta a partecipare per la campagna elettorale delle elezioni in Emilia Romagna. "Io continuo a chiedere agli alleati di centrodestra di sottoscrivere un patto anti-inciucio e mi auguro che Salvini e Berlusconi questa volta, a differenza del 2018, lo firmino", così in una intervista al Giorno in edicola venerdì 29 novembre. Giorgia Meloni poi già guarda all'orizzonte delle elezioni politiche, ma non dimentica le tappe più imminenti. Prima fra tutte, il voto in Emilia-Romagna. Leggi anche: Giorgia Meloni, Donald Trump punta su di lei Domenica mattina riunisce al teatro EuropAuditorium di Bologna, esponenti delle categorie produttive e della società civile per raccontare che "si può fare una manovra diversa". Alla domanda si candiderà come sindaco di Roma, la risposta è: "No. Mi sono già candidata e sono arrivata terza: ritengo che ora devo occuparmi di altro. Fermo restando che il futuro di Roma per noi è un tema centrale". Infine su chi comanda nel centrodestra il pensiero della Meloni è chiaro: "Il candidato premier della coalizione e chi prende più voti. Sono primarie di fatto: ragionevolmente oggi è Salvini il premier di un governo di centrodestra, ma sono sempre gli italiani a decidere".

Dai blog