Cerca

Duello

Otto e mezzo, la sardina sfida Sallusti: "Noi ascoltiamo chi ci pare e piace"

5 Dicembre 2019

13
Otto e mezzo, la sardina sfida Sallusti: "Noi ascoltiamo chi ci pare e piace"

Mattia Santori, leader delle sardine (ma la sua espressione pare più quella di una triglia in umido) ormai è onnipresente sugli schermi italici, più prezzemolino di Belen e Cecilia Rodriguez insieme. Dalla Bignardi a Formigli, Santori dilaga ovunque. Anche da Lilli Gruber su La7 che gli ha persino chiesto delle quote rosa.

Qui, a Otto e mezzo, il giovane politico ha risposto al direttore del Giornale Alessandro Sallusti: "Abbiamo il diritto di non ascoltare certi messaggi politici, non siamo illiberali per questo". Chiosa Lilli Gruber: "Ognuno ascolta chi gli pare". Ormai Lilli lo ama, forse perché lui ruffianamente ha fatto una sviolinata sulle donne (sì, le stesse donne che la Gruber osanna ma non invita). Alla prossima puntata. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • claudionebridio

    04 Gennaio 2020 - 00:27

    Non l'ho ascoltato ma posso indovinare che tipo di sviolinata sulle donne. Sempre più prevedibile, sempre più inconcludente, sempre più incapace di dire alcunchè che scavalchi i recinti del politicamente corretto, demenziale sbrago ideologico inventato per produrre, con la società femminilizzata e devirilizzata personaggi insulsi come lui,

    Report

    Rispondi

  • albertoperutelli

    11 Dicembre 2019 - 18:30

    Ci mancava più che Santori, altro bamboccio in mano alla politica di grillo e di mortadella: siamo proprio alla comica più spinta.

    Report

    Rispondi

  • baffi

    06 Dicembre 2019 - 09:49

    e bravo il nostro fenomeno , se un giorno si voterà si è già procurato un bel posto in parlamento , sistemato per la vita....ovviamente nelle fila di quelli che cambiano il mondo per "il bene del paese" !!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Luigi Di Maio, dopo l'addio l'abbraccio con Vito Crimi: "Buona fortuna"

Dimissioni Di Maio, Giuseppe Conte: "Luigi tirato per la giacchetta, rispetterò decisione ma mi dispiacerà"
Matteo Renzi spinge Conte verso la crisi: "Prescrizione, la sua proposta è anticostituzionale"
Matteo Salvini, blitz elettorale a Bologna. Citofona al tunisino: "Lei spaccia?", e il Pd lo insulta

media