Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beppe Grillo "in apnea". Becchi ha un sospetto: "Fregato da Di Maio, sarà il primo a prendere la tessera"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

"Ma guarda un po', Beppe Grillo va in apnea e sospende persino lo spettacolino Terrapiattista". Paolo Becchi vede del marcio nel Movimento 5 Stelle e legge così le mosse del comico fondatore, "un po' stanchino". "Luigi Di Maio - spiega l'editorialista di Libero - gli serviva per traghettare il M5s sino al congresso per poi dargli il benservito". "Un bel parafulmine che doveva parare la pesante sconfitta" delle regionali in Emilia Romagna e Calabria, preventivata e arrivata.  Leggi anche: Bonafede "eletto per acclamazione" nuovo capo dei ministri M5s dopo Di Maio. Segnale di guerra a Renzi "Ecco ora spiegato il passo indietro di Di Maio prima delle elezioni - prosegue Becchi -. Ha detto basta, ha già dato abbastanza In effetti come gli si può dar torto? È dal mese di agosto che mangia chilometri di filo spinato servito per fare l'accordo stabile col Pd". Con la mossa di Di Maio, alla fine in apena è finito pure il Movimento: "Se è una crisi apneica irreversibile lo sapremo nei prossimi mesi", conclude Becchi. "Una cosa è certa il M5s post mortem diretto da Di Maio e Davide Casaleggio è morto. Cosa nascerà dalle sue ceneri dipenderà da Zingaretti. Nel caso dovesse lanciare un soggetto politico nuovo il primo a prendere la tessera sarebbe Grillo".

Dai blog