Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giulia Bongiorno, lei a capo della squadra dei moderati: così cambia il volto della Lega, tutti i nomi

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Sarà la Lega dei moderati. Dietro la svolta nel partito di Matteo Salvini, c'è Giancarlo Giorgetti che in una lettera datata 12 febbraio, rivela Il Corriere della Sera, ha avvisato i colleghi del Carroccio: "I parlamentari della Lega informeranno tempestivamente il responsabile del dipartimento Esteri allo scopo di concordare anzitutto l'opportunità di partecipazione e interazione e poi le norme di linguaggio cui attenersi e l'atteggiamento da assumere anche in relazione a singoli argomenti di particolare rilevanza contingente". Della serie: basta con le sparate personali, non concordate, sui "temi dell'attualità internazionale, spesso insidiosi e comunque di non facile lettura". Leggi anche: La crisi di governo? Ecco la strategia di Matteo Salvini: Giorgetti, ruolo chiave per sfruttare il collasso di Conte Nella squadra dei moderati ci sono Giulia Bongiorno, Igor Iezzi, capogruppo nella commissione Affari costituzionali della Camera (che da tempo dice a Salvini che è necessario una organizzazione del partito che non pesi troppo sulle sue spalle) e poi Andrea Crippa, vice segretario. Da via Bellerio fanno sapere che l'Economia sarà "spacchettata" in più incarichi, uno dei quali andrà a Massimo Garavaglia. La giustizia sarà ovviamente della Bongiorno. Ad Alessandra Locatelli, già vicesindaca di Como, saranno affidati i temi della Famiglia e le disabilità. Tra i volti non mancheranno Riccardo Molinari (capogruppo alla Camera) e Massimiliano Romeo (capogruppo al Senato) capaci di fare un'opposizione serrata ma anche molto competenti ed efficaci in tv. Eppoi ci sono i governatori leghisti. Soprattutto  Luca Zaia e Attilio Fontana, che saranno valorizzati proprio per la loro indiscutibile moderazione. Lunedì 17 febbraio si riuniranno tutti a Roma per ascoltare direttamente dal leader il nuovo corso salviniano. 

Dai blog