Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giorgia Meloni sulle minacce di Matteo Renzi al governo: "Il suo è solo un bluff per avere più poltrone"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Matteo Renzi è il protagonista indiscusso di questi giorni. Le sue continue minacce al governo e a Giuseppe Conte non sono però un pericolo. Secondo Giorgia Meloni quello del fu rottamatore è un vero e proprio bluff. "Le schermaglie di questi giorni sono ridicole. Renzi continua ad abbaiare alla luna ma l'impressione è che non avrà il coraggio di staccare la spina, e che in fondo stia solamente cercando di strappare qualcosa, magari sulle nomine che deve fare il governo" rivela la leader di Fratelli d'Italia in un lungo colloquio con il Tempo. Per la Meloni tutto ruota attorno alle poltrone, si tratta di un governo "che si fonda sulla paura, e non ha altro". Leggi anche: Giuseppe Conte, il retroscena: nel mirino il Quirinale, così Rocco Casalino lo ha convinto Il Conte bis non ha una visone comune su nulla e per questo - garantisce - "FdI lavora perché vadano a casa e perché l'Italia possa avere un esecutivo forte e coeso, che faccia le scelte coraggiose delle quali questa nazione ha bisogno". Poi però la leader mette le mani avanti su un possibile patto Renzi-Salvini: "Gli italiani - precisa - sanno che votando noi non vedranno tradire quel voto. Costi quel che costi. Avevamo detto che non avremmo fatto accordi con Pd e MSS e siamo stati gli unici a mantenere la parola. In questi giorni leggo surreali retroscena di una possibile intesa Renzi-Salvini per un governo Draghi dopo il Conte bis; un'intesa che sarebbe destinata a saltare per la contrarietà di FdI". La Meloni non ha dubbi, per lei questo scenario non esiste, è impensabile. Dopo i giallo-rossi solo il voto. 

Dai blog