Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Renzi replica a Sallusti: "Il suo è populismo da quattro soldi. E Scanzi? Lui si dovrebbe vergognare dopo il video"

  • a
  • a
  • a

Matteo Renzi non rimangia nulla di quello che ha detto. Il riferimento è all'intervista che ha creato non poco scalpore su Avvenire, la stessa in cui il leader di Italia Viva consigliava al governo di "riaprire tutto". Una frase che aveva immediatamente generato l'ira di Alessandro Sallusti, direttore del Giornale. Proprio a lui l'ex premier replica nell'intervista rilasciata a Tpi. "Quello di Sallusti è un populismo da quattro soldi anche un po’ volgare. Sarebbe facile andare a rinfacciargli gli articoli che ha scritto sull’emergenza sanitaria, ma preferisco aspettare i suoi prossimi editoriali sull’importanza di ripartire economicamente".

 

Ma la sua invettiva si rvolge anche ad Andrea Scanzi, firma del Fatto Quotidiano, che in un video aveva minimizzato il coronavirus e, anche lui, invitato la gente "a uscire, andare nei teatri". "Dopo il famoso video che ha fatto lui - spiega a riguardo - direi che c’è poco da replicare". Per Renzi in molti hanno minimizzato all'inizio, "io - prosegue - sono forse l’unico che non ha mai detto nulla nei giorni in cui tutti dicevano di riaprire. Se avessi organizzato io l’aperitivo a Milano o se avessi detto come Conte 'È tutto sotto controllo!', immaginati cosa sarebbe successo".

Non solo, Renzi parla anche di "ipocrisia da parte dei politici": "Ti farei vedere la differenza tra i messaggi privati che ho ricevuto e quelli pubblici". Insomma, da quello che lascia intendere qualcuno ha fatto buon viso a cattivo gioco.

Dai blog