Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giuseppe Conte, Fase 2 alla Camera: "Misure di enti locali meno restrittive sono illegittime". Messaggio contro Zaia e Fontana, boato in Aula

  • a
  • a
  • a

"Misure di enti locali improvvide e meno restrittive rispetto alle linee dettate dal governo sono illegittime". Un passaggio del discorso di Giuseppe Conte alla Camera per relazionare sulle norme decise dal governo per la Fase 2 sembra "cucito" su misura per fare polemica contro la governatrice della Calabria, la forzista Jole Santelli, che ha deciso di riaprire subito i bar e ristoranti all'aperto. Ma va letto anche in chiave polemica con quelli della Lombardia e del Veneto, i leghisti Attilio Fontana e Luca Zaia, le voci più forti nel chiedere una riapertura più "corposa".

 

 

 

Il governo, si è difeso il premier, "non ha mai improvvisato in solitaria", ma ha sempre interagito con il Parlamento, le parti sociali, gli enti locali, i comitati tecnico-scientifici. Qualche boato di disapprovazione accoglie queste parole a Montecitorio. "Nelle prossime ore il ministero della Salute emanerà un decreto che determinerà i criteri e le soglie per l'attivazione a livello locale di eventuali misure di contenimento su precisi criteri scientifici, evitando di affidarci alle iniziative di singoli enti locali". 

Dai blog