Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fase 2, Giuseppe Conte riequilibra il gruppo di Vittorio Colao. Arrivano le donne, ma nessuna virologa

  • a
  • a
  • a

Il premier Giuseppe Conte ha deciso di rimpinguare le task force di Vittorio Colao per gestire l'emergenza coronavirus. Stavolta sono tutte donne. Scelta fatta, scrive il Tempo anche per placare l'indignazione dei movimenti femministi. Cinque di queste donne andranno a rinforzare il gruppo di lavoro presieduto da Vittorio Colao, quella che si occupa di stilare le regole per la fase 2. Altre sei daranno il loro contributo nel comitato tecnico -scientifico al servizio del capo della Protezione civile Angelo Borrelli. Tra le new entry c'anche chi a prima vista c'entra poco con il Covid-19, come Donatella Bianchi, presidente del Wwf Italia e conduttrice del programma Linea Blu della Rai. Oltre alla Bianchi, sono state scelte anche rinomate sociologhe e filosofe. Infatti, le altre tre esperte che aiuteranno Colao sono Enrica Amaturo (professoressa di sociologia all' Università degli Studi di Napoli Federico II), Marina Calloni (professoressa di Filosofia politica e sociale alla Bi cocca di Milano e fondatrice di ADV - Against Domestic Violence, centro universitario dedicato al contrasto alla violenza domestica), Linda Laura Sabbadini (direttrice centrale dell' Istat) e Maurizia Iachino (dirigente di azienda).

 

 

Nel comitato tecnico-scientifico entrano invece Kyriakoula Petropulocos (direttrice generale Cura della Persona e Wel fare della Regione Emilia Romagna), Giovannella Baggio (presidente del Centro Studi Nazionale di Salute e Medicina di Genere), Nausicaa Orlandi (presidente della Federazione Nazionale degli ordini dei chimici e dei fisici), Elisabetta Dejana (biologa dell' Università di Uppsala, in Svezia), Rosa Marina Melillo (professoressa di Patologia Generale alla Federico II di Napoli), Flavia Petrini (professoressa di Anestesiologia a Chieti). Stranamente, fa notare il quotidiano non c'è nessuna virologa. 

Dai blog