Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini, il pacchetto della Lega per rilanciare il turismo: "In Europa ci insultano e non ci vogliono? Vacanze in Italia"

  • a
  • a
  • a

“Più di venti Stati europei non vogliono turisti italiani (o impongono controlli e paletti) mentre alcuni giornali del Nord Europa addirittura ci insultano? Nessun problema". Con queste parole Matteo Salvini ha lanciato la sfida per il rilancio del turismo, settore che è stato gravemente danneggiato dall'epidemia da coronavirus e che va rilanciato con un piano ad hoc. Il segretario della Lega ha lanciato un appello per trascorrere le vacanze estive in Italia, soprattutto dopo le decisioni di altri governi che ci chiudono la porta in faccia o prevedono comunque restrizioni particolari. Oltre a questo, Salvini è convinto della necessità di un grande piano di rilancio del settore: "Dal governo sono arrivate tante parole ma pochissimi fatti”. Dopo alcune settimane di lavoro con gli operatori del settore, la Lega ha ufficializzato un pacchetto di proposte elaborate sotto la regia del responsabile del dipartimento Turismo, Gian Marco Centinaio. Eccolo in pillole.

RISORSE A FONDO PERDUTO PER IL TURISMO (1 MILIARDO) 
Istituzione, presso il Ministero per i beni, le attività culturali e il turismo, di un Fondo straordinario di sostegno al mancato reddito per tutte le imprese che operano nel comparto turistico: imprese turistiche, ivi incluse le agenzie di viaggio, i tour operator e i parchi divertimento, nonché le imprese termali, le strutture extralberghiere, i gestori di stabilimenti balneari, le professioni turistiche, gli intermediari, le imprese di trasporto turistico con autobus e trasporto di linea commerciale 2003 n. 218 e del d.lgs n. 285 del 2005 e i pubblici esercizi. Le risorse sono concesse, con garanzia dello Stato, a titolo di prestiti a fondo perduto, in un arco di tempo quinquennale, in misura pari alla perdita di fatturato subita nell’anno 2020 rispetto il fatturato registrato nel 2019.

MISURE FISCALI
• Credito di imposta del 60% sul canone di locazione di immobili strumentali all’esercizio dell’attività o del 60% dell’importo pagato dal gestore a titolo di corrispettivo per l’affitto d’azienda. 
• Abolizione del versamento IMU per l’anno 2020 nelle due componenti: acconto entro 16 giugno 2020 e saldo entro 16 dicembre 2020 in favore degli operatori del comparto turistico. 
• Estensione delle moratorie sui pagamenti di tutti i tributi dovuti e possibilità di rateizzazione su un arco di tempo biennale e sospensione delle utenze.
 Istituzione di un anno bianco con riferimento all’anno fiscale 2020, per conservare liquidità alle imprese.
• Revisione dell’aliquota IVA per la vendita di pacchetti turistici dall’attuale 22%, aliquota ordinaria, ad aliquota ridotta del 10%.
• Credito di imposta per l’anno 2021 e 2022, pari al valore dell’imposta sul valore aggiunto non detratta nei precedenti anni.
• Detrazione in sede di dichiarazione dei redditi delle persone fisiche delle spese per servizio pubblico non di linea.
• Differimento al 31 dicembre 2020 dei versamenti su immobili utilizzati per locazioni stagionali.
• Estensione fino al 31 dicembre 2020 delle disposizioni riguardanti la sospensione delle rate dei mutui e dei canoni di leasing assunti per l’acquisto di beni materiali e di infrastrutture per il comparto autotrasporto viaggiatori

SETTORE TERMALE
Sperimentazione di nuovi modelli di assistenza attraverso i previsti accordi tra strutture sanitarie pubbliche e aziende termali per le finalità di contenimento della spesa sanitaria (art. 15, comma 13, lett. c-bis, D.L. 6 luglio 2012, n. 95), anche consentendo di erogare da subito a tutti gli assistiti dal Servizio sanitario nazionale i cicli di riabilitazione termale motoria e della funzione respiratoria, attualmente riconosciuti ai soli assicurati dell’INAIL ed ampliando il novero delle patologie previste ricomprendendo tra queste anche gli esiti dell’infezione da COVID – 19.

TUTELA DELL’OCCUPAZIONE e VOUCHER
• Proroga di tutti gli ammortizzatori sociali per emergenza COVID-19, attualmente per nove settimane, fino alla fine del 2020.
• Accesso alle misure di cassa integrazione per il personale del comparto turistico assunto dopo il 23 febbraio 2020, per i contratti sottoscritti prima dell’entrata in vigore del decreto- legge n.18 del 2020, per la maggior parte assunti con contratti stagionali.
• Decontribuzione del costo del lavoro per personale assunto con contratto stagionale nel 2020 allo scopo di consentire alle imprese di sostenere l’assunzione di personale nonostante le incertezze della stagione estiva con oneri assunti dallo Stato.
• Prolungamento del trattamento Naspi per tutelare il reddito dei lavoratori stagionali.
• Rimozione dei limiti che impediscono il ricorso al contratto occasionale da parte degli operatori del settore turistico e pubblici esercizi e contestuale ampliamento della platea a tutte le imprese turistiche.

CODICE IDENTIFICATIVO STRUTTURE RICETTIVE
Approvazione del DPCM per definire la realizzazione del codice identificativo per le strutture ricettive al fine di porre fine al fenomeno del l’abusivismo nel settore dell’accoglienza Extralberghiera. 

BONUS VACANZA
Detrazione d'imposta, per i contribuenti soggetti all’imposta sui redditi delle persone fisiche, entro un tetto prefissato, da riconoscere in relazione all'acquisto di servizi turistici per viaggi in Italia. Il progetto della Lega non prevede una limitazione nel reddito dei beneficiari e coinvolgerà tutto il settore del turismo. Entro una cifra di 250 euro a persona. Riconoscimento inoltre di un bonus ferie per incentivare i viaggi in Italia e all’estero.

PARCHI DIVERTIMENTO
Inclusione dei parchi divertimento fra le imprese turistiche di cui all’articolo 4, comma 1, del decreto legislativo 23 maggio 2011. I parchi divertimento sono importanti attrattori turistici e rispondono alla domanda di turismo esperienziale. Sono pertanto parte integrante del sistema turistico italiano. Inoltre garantiscono l’occupazione a più di trentamila cittadini italiani. 

BOLKESTEIN E CANONI DEMANIALI 
Per ovviare ai danni arrecati dall’emergenza epidemiologia COVID-19 e porre rimedio ai gravi turbamenti dell’economia da essa generati:
• Fissazione di un termine perentorio per l’adozione del DPCM di attuazione della disciplina di revisione delle concessioni demaniali marittime ai sensi del comma 675, della legge 145 del 2018, confermando così l’estensione della concessione di 15 anni. 
• Sospensione dei canoni relativi alle concessioni demaniali marittime per 24 mesi , ivi inclusi i porti turistici, nonché dei canoni di concessione mineraria, a titolo di risarcimento per i danni subiti dalle imprese, a seguito del lockdown che ha impedito, in particolare, la manutenzione continua degli stabilimenti, con conseguenti danni alle strutture. 
Definizione dei procedimenti giudiziari o amministrativi pendenti alla data del 31 dicembre 2019 concernenti il pagamento dei canoni e degli indennizzi per l’utilizzo dei beni demaniali marittimi e delle relative pertinenze.
• Sospensione, per un periodo di 24 mesi, dell’applicazione su tutto il territorio nazionale dell’applicazione della disciplina relativa allo svolgimento della professione di guida turistica.

TAX FREE SHOPPING
• Estensione al settore della sospensione dei versamenti ai sensi dell’articolo 61 del Decreto legge n. 18 del 2020 “Cura Italia”.
• Riduzione a 70 euro, con decorrenza 1° gennaio 2020, della soglia di spesa minima per il rimborso dell’IVA sugli acquisti effettuati in Italia da soggetti non residenti e non domiciliati nell’Unione Europea, così come prevista all’articolo 38-quater, comma 1, del DPR 26 ottobre 1972, n. 633, da 300 mila lire (oggi 154, 94 Euro lordi)

PROMOZIONE DEL NOSTRO PAESE
• Coinvolgimento dell’ENIT in tutte le attività di promozione del Paese in chiave turistica attraverso la valorizzazione dell’offerta esperienziale dei territori legata alla loro storia, cultura e tradizioni, nonché la promozione di eventi e fiere nazionali ed internazionali.
• Organizzazione, attraverso l’ENIT in primo luogo, di un evento stagionale che coinvolga tutti i settori economici del Paese che sono in qualche modo legati al ritorno dei flussi turistici in Italia al fine di promuovere l’immagine del Paese nel mondo.

Dai blog