Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini su Silvio Berlusconi e Luca Palamara: "La magistratura? In Italia spesso qualcosa di disgustoso"

  • a
  • a
  • a

“Sulla riforma della giustizia la Lega ha le idee chiare, Alfonso Bonafede no”. Così Matteo Salvini è intervenuto a Coffee Break su La7 per commentare le registrazioni audio che lasciano pensare che Silvio Berlusconi sia stato incastrato nel 2013. Una vicenda che fa il paio con le intercettazioni di Luca Palamara sul leader leghista, definito una m***a da fermare anche se ha ragione: “A processo vado tranquillo - ha dichiarato Salvini - anche se leggere le intercettazioni dei magistrati non dovrebbe lasciar tranquilli gli italiani perché leggere di processi e condanne politiche è qualcosa di disgustoso”.

 

 

L’ex ministro ha ribadito che il tema della giustizia è prioritario: “In qualunque paese del mondo se uscisse un audio di un magistrato che ha condannato un ex premier per scelta politica o di un altro che dice al ministro che è una m***a si scatenerebbe una rivoluzione nei tribunali. Invece in Italia giusto cinque righe sui giornali”. Ma come gestirebbe Salvini la riforma della giustizia? “Separazione delle carriere e diversa formazione e selezione dei magistrati. Però la riforma andrebbe fatta insieme e non contro i magistrati, fermo restando che chi sbaglia paga, non esiste l’impunità”. 

Dai blog