Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stato di emergenza, Matteo Salvini non si arrende: "Proporremo ricorso alla Corte costituzionale e impugneremo in ogni sede il provvedimento"

  • a
  • a
  • a

La proroga dello Stato di emergenza ha ottenuto il via libera da Senato e Camera dei deputati per il 15 ottobre. Una decisione che è come un boccone amaro per l'opposizione. Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia non hanno mancato di dire la loro, come molti della maggioranza, intenzionati a far ripartire il Paese prima possibile. Ma questo non è bastato e così Matteo Salvini preannuncia il blitz: "Le prerogative del Parlamento sono state lese e perfino usurpate dal governo. Non intendiamo accettare tutto questo - fa sapere il leader della Lega -. Proporremo ricorso alla Corte costituzionale e impugneremo in ogni sede il provvedimento di proroga dello stato di emergenza. Siamo pronti a tutto per difendere l’Italia e la democrazia e siamo sicuri che lo faremo insieme agli amici di tutto il centrodestra".

Proprio nella giornata del voto sul prolungamento dello stato di emergenza Giorgia Meloni ha aspramente criticato Giuseppe Conte. La leader di FdI ha definito la decisione come il "tassello di una deriva liberticida. Fatto gravissimo". Ancora una volta il Parlamento, base della nostra democrazia, viene calpestato.

Dai blog