Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Silvio Berlusconi, il retroscena sulla svolta pro-governo: dietro c'è Mario Draghi

  • a
  • a
  • a

Chi c'è dietro l'avvicinamento sospetto di Silvio Berlusconi al governo? Ma Mario Draghi, ovviamente. Secondo un retroscena del Giornale, l'ex numero uno della Bce ha passato la settimana scorsa a Roma "tra mille impegni e altrettanti contatti, da Sergio Mattarella in giù". Industriali, amministratori e leader politici vari, tutti in fila per ricevere un consiglio da SuperMario. Tutti a parte Giuseppe Conte, evidentemente sulle spine (e la risposta stizzita a Lilli Gruber lunedì sera a Otto e mezzo sull'argomento lo dimostra). 

 

 

 

Aprire la stagione del dialogo, per Berlusconi, Pd e Italia Viva, presuppone preparare il terreno per l'elezione del presidente della Repubblica, tra un anno e mezzo. E "Draghi potrebbe infatti essere l'uomo giusto per prendere il posto di Mattarella". Uomo forte che piace anche a Giancarlo Giorgetti, numero 2 della Lega. Meno al Movimento 5 Stelle, che però difficilmente accetterebbe di sacrificarsi solo per difendere la poltrona di Conte. 

Dai blog