Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Andrea Orlando e Matteo Renzi, volano gli stracci: "Ma che fonti hai?", "Con lui non parlo”

  • a
  • a
  • a

 

Tutti aspettano la crisi di governo, che appare ogni giorno sempre più inevitabile. Anche perché ormai Matteo Renzi è convinto ad andare fino in fondo, facendo tremare chi fino all’ultimo spera che si tratti di un bluff. Il Pd invece sta cercando di evitare tale crisi, minacciando il ritorno alle urne che sarebbe tragico per tutti i partiti che sorreggono l’attuale governo. Stando alle indiscrezioni del Corriere della Sera, la tensione tra i dem e i renziani sarebbe alle stelle, soprattutto dopo quanto accaduto tra il fu rottamatore e Andrea Orlando. Quest’ultimo è stato accusato dal primo di aver corteggiato dei senatori vicini a Giovanni Toti: “La qualità delle fonti liguri di Renzi non deve essere di prim’ordine”, ha replicato il numero due del Nazareno, “non parlo con Toti da mesi e mai ho parlato con lui di ingressi in maggioranza. Quello che penso di questa crisi è noto”. Davvero che o si va avanti con questo governo dopo una “verifica” oppure si torna a votare. Non resta che attende la mossa di Giuseppe Conte, che ha fatto sapere che dopo il Cdm sul Recovery Fund si presenterà in Parlamento se dovesse venire a mancare la fiducia di un partito. 

 

 

Dai blog