Cerca

Musica: Borgna a eredi Battisti, quei quadri li aveva il padre di Lucio

Spettacolo

11 Ottobre 2011

0

Roma, 11 ott. (Adnkronos) - "Non e' vero che non sono stati dati chiarimenti. Io parlo per me e per mio conto agli eredi Battisti hanno risposto ben due avvocati. Queste opere hanno un legittimo proprietario. Sono state realizzate tra il '66 e il '72. Erano quadri che erano a casa del padre di Lucio. E sono stati acquistati a suo tempo con tanto di atto notarile". Cosi' Gianni Borgna risponde cosi' alla critiche avanzate dalla vedova e dal figlio di Lucio Battisti sulla mostra di quadri del cantante tenutasi dal 14 settembre al 2 ottobre all'Auditorium Parco della Musica di Roma.

"Io -dice all'Adnkronos Borgna che figura come uno dei curatori dell'esposizione- ho tutti gli elementi per ritenere che si tratti di opere autentiche e certificate. Tanto e' vero che sono venuti diversi parenti a vederla. L'iniziativa fra l'altro ha portato soltanto ulteriore gloria a Lucio Battisti, perche' se n'e' parlato benissimo ovunque".

"Per quanto mi riguarda -prosegue Borgna- sono stato solo chiamato a scrivere un saggio per il catalogo, partendo dal presupposto che quelli fossero quadri di Battisti. Fra l'altro, non essendo Battisti un pittore famoso, sarebbe anche difficile rivolgersi per una certificazione a professionisti, a critici d'arte, a persone che non siano i proprietari o coloro che frequentavano l'artista quando le opere furono dipinte. Ma questo francamente non riguarda me. Credo che piu' che una disputa sull'autenticita' forse ci sia da chiarire qualcosa tra gli eredi e il proprietario, che non posso dire chi e'. Ma ha regolarmente acquistato i quadri pagandoli a suo tempo", conclude Borgna.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media