Cerca

NUOVI CONTRACCETTIVI ORMONALI

“Finalmente il ciclo ogni 4 mesi”
Ecco la pillola per tutte le stagioni

7 Maggio 2015

0

Si chiama Seasonique – forse per richiamare proprio il concetto delle 4 stagioni – il primo contraccettivo ormonale da assumere in continuo per tre mesi per prevenire gravidanze indesiderate. L’innovativo prodotto di Teva è disponibile negli Stati Uniti – Paese in cui in soli due anni ha guadagnato il 25% del market share – dal 2006, in Cile dal 28 novembre 2013 e in Brasile dal 14 aprile 2014 e finalmente sbarca in Italia, presentato questa mattina a Bologna, al VII Congresso nazionale della Società Italiana della Contraccezione (SIC). “Il mondo della contraccezione è in continua evoluzione, come testimonia la nascita di prodotti sempre nuovi – ha esordito Gianfranco Scarselli, presidente della SIC – e attraverso questo congresso intendiamo fare il punto non solo sulle novità in tema di maternità consapevole, ma anche, e soprattutto, sulla contraccezione come strumento terapeutico”. Ha poi ripreso: “Siamo lieti di ospitare la conferenza stampa che lancerà questa pillola innovativa sul mercato”. Si tratta di un’opzione contraccettiva in ‘continuo’ che contiene 84 compresse a base di levonorgestrel ed etinilestradiolo e 7 compresse a base di solo etinilestradiolo. Queste ultime sono da assumere nei sette giorni di ‘interruzione’ al posto del placebo e consentono alle donne di avere quattro cicli programmati in un anno e di evitare i sintomi da sospensione che possono derivare da una brusca interruzione degli ormoni. Seasonique è supportata da studi clinici estensivi e dall’esperienza sul campo. Inoltre la sua percentuale di efficacia contraccettiva è del 99% se assunta correttamente. Resta inteso che, sospesa l’assunzione, la donna può da subito rimanere incinta.

I numeri parlano chiaro. Almeno sette donne su 10, una volta informate del fatto che il sanguinamento non è clinicamente rilevante in fase di assunzione di un contraccettivo ormonale, preferiscono avere un minor numero di cicli nel corso di un anno. Non a caso, un’indagine su donne che vivono negli USA, in Brasile e in Germania ha confermato, poi, che la maggior parte del campione vorrebbe limitare a quattro le mestruazioni in un anno. “Un prodotto innovativo come Seasonique che, grazie alla modalità di assunzione senza pausa per tre mesi, riduce a un solo sanguinamento trimestrale la mestruazione – fa eco il professor Annibale Volpe, past president della Società scientifica – consente non solo di limitare il dolore associato in taluni casi alla sindrome premestruale, ma anche di determinare un beneficio in termini di anemia da carenza da ferro e una minor limitazione alla vita attiva e sportiva delle donne”. “Occorre precisare – spiega il professor Angelo Cagnacci, professore associato di Ginecologia e Ostetricia all’Università di Modena “che sebbene molte donne ritengano la mestruazione “rassicurante”, la maggior parte del gentil sesso desidererebbe non avere la mestruazione oppure averla a intervalli più distanziati”. Prosegue il professor Cagnacci: “Come se non bastasse, il corpo della donna non è abituato ad avere così tanti flussi mestruali: una volta si facevano più figli con conseguenti minori problemi legati al ciclo, quali – solo per citarne alcuni - emicrania ed endometriosi. Inoltre- continua il professore – avere il ciclo mestruale non rappresenta un vantaggio reale per la donna, soprattutto quando la mestruazione viene indotta dall’uso della contraccezione ormonale: la pillola mette a riposo le ovaie e la sua sospensione dà semplicemente luogo a una mestruazione ‘artificiale’. Infine – sottolinea il professor Cagnacci – è stato dimostrato che prolungare l’intervallo tra i flussi mestruali indotti dalla sospensione della contraccezione ormonale non ha effetti negativi sulla salute della donna. Anzi, aiuta a ridurre i disturbi e le patologie che trovano nella comparsa del flusso mestruale un loro meccanismo d’azione”.

Più attività e meno dolore. “Al di là delle scelte soggettive, che possono più o meno essere legate a esigenze di una vita particolarmente attiva e dinamica – precisa la professoressa Rossella Nappi, professore Associato della Sezione di Clinica Ostetrica & Ginecologica, Dipartimento di Scienze Cliniche, Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche dell'Università di Pavia – una donna su dieci, mensilmente, non sta affatto bene quando ha la mestruazione: emicrania, dolori addominali, flussi molto abbondanti possono costringerla a rimanere a letto uno o due giorni al mese. È un impatto molto forte soprattutto sul versante del benessere e della qualità di vita, ma anche sul versante economico e sociale: ci sono donne costrette a perdere giorni di lavoro, a sentirsi meno abili e dunque più stressate e a ricorrere a un consumo esagerato di analgesici e perché no anche di grandi quantità di assorbenti”. È anche un buon compromesso per quelle che comunque vogliono mantenere il sanguinamento: il ciclo ogni tre mesi, reso meno doloroso grazie all’assunzione di estrogeni anche nei sette giorni di sospensione, garantisce un ritmo costante e allo stesso tempo influenza positivamente il senso di salute e la vita sociale e di coppia”. “Seasonique – conferma Nappi – è il giusto prodotto per questo tipo di donne a cui finalmente potremmo dire che possono mestruare meno volte ed in tutta sicurezza. È anche un buon compromesso per quelle che comunque vogliono mantenere il sanguinamento: il ciclo ogni tre mesi, reso meno doloroso grazie all’assunzione di estrogeni anche nei sette giorni di sospensione, garantisce un ritmo costante e allo stesso tempo influenza positivamente il senso di salute e la vita sociale e di coppia”.

Gli ultimi ‘lanci’. “Teva Italia ha lanciato nel nostro Paese gli ultimi due contraccettivi ormonali davvero innovativi: Zoely e Seasonique – specifica Carlo Capo, Business Unit Branded Director di Teva Italia – il primo si caratterizza per la sua composizione “naturale” che associa estradiolo a nomegestrolo, il secondo è innovativo proprio per la sua modalità di somministrazione, che consente non solo una maggior protezione dal dolore mestruale e dalla sindrome premestruale, ma anche una maggiore garanzia di corretta aderenza al metodo”. Capo racconta poi così i motivi che hanno spinto l’azienda a introdurre sul mercato italiano Seasonique: “Abbiamo pensato alle donne. Abbiamo pensato al loro mondo, alla loro energia e alle loro esigenze quotidiane. Abbiamo pensato alla loro libertà, al loro desiderio di essere sempre in movimento. Abbiamo pensato addirittura al condizionamento che il ciclo mestruale impone talvolta anche sull’abbigliamento con qualche conseguenza anche sulle loro abitudini e sui loro comportamenti”. (CARLOTTA DONNINI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Luigi Di Maio, dopo l'addio l'abbraccio con Vito Crimi: "Buona fortuna"

Dimissioni Di Maio, Giuseppe Conte: "Luigi tirato per la giacchetta, rispetterò decisione ma mi dispiacerà"
Matteo Renzi spinge Conte verso la crisi: "Prescrizione, la sua proposta è anticostituzionale"
Matteo Salvini, blitz elettorale a Bologna. Citofona al tunisino: "Lei spaccia?", e il Pd lo insulta

media