Cerca

DIBATTITO SULLA SANITÀ

' I 40 anni del Ssn: Diritti al Futuro':
l'uguaglianza per fondazione Roche

Con il confronto sul principio dell’Uguaglianza si conclude a Roma il ciclo di appuntamenti promossi da Fondazione Roche per ricordare la conquista di un Servizio sanitario nazionale e pubblico a tutela dei cittadini

1 Dicembre 2018

0
' I 40 anni del Ssn: Diritti al Futuro':l'uguaglianza per fondazione Roche

Con l’ultimo incontro sui '40 anni di Ssn – Diritti al Futuro' che si è tenuto a Roma presso il Teatro Santa Chiara, si è concluso il ciclo di appuntamenti promossi da Fondazione Roche, dedicato questa volta al principio dell’Uguaglianza, il più critico ed attuale tra quelli fondanti del nostro Servizio sanitario nazionale. Incontro finalizzato a promuovere, e con successo, un momento di riflessione allargata sull'evoluzione del principio in questi primi 40 anni e di confronto attualizzato sul tema, alla luce dei nuovi assetti sociali, politici ed economici che hanno cambiato il volto della società. “In un momento storico come quello che siamo vivendo caratterizzato da forti tensioni sociali, ripercorrere le ragioni che hanno portato all’inserimento del principio di Uguaglianza nella Legge alla base del Servizio sanitario nazionale che ha rappresentato un cambiamento epocale per la nostra società civile è quanto mai attuale ed opportuno - racconta Mariapia Garavaglia, presidente della Fondazione Roche  - l’Uguaglianza è un principio base per il nostro Paese, fondante anche della nostra Costituzione, per assicurare la coesione sociale e per contrastare le conseguenze sulla salute frutto delle disuguaglianze sociali, derivanti dalle diverse condizioni socio-economiche dei singoli territori”.

Il principio di Uguaglianza ha subito, più di tutti, importanti cambiamenti nel corso di questi decenni, tanto che alla tradizionale idea di uguaglianza in base alla quale gli individui con lo stesso stato di salute debbano venire trattati egualmente, si è progressivamente affiancata la convinzione che gli individui con peggiore stato di salute o con maggiore bisogno debbano venire trattati più favorevolmente. Tale sviluppo del principio ha consentito di mettere a fuoco tre diversi ambiti: l'accesso alle prestazioni ed ai servizi sanitari, i risultati di salute in capo ai singoli soggetti, l'allocazione delle risorse e dei servizi secondo i bisogni. A testimonianza della necessità di un confronto su questo principio e di quanto il superamento del divario Nord-Sud sia ancora al centro del dibattito politico, la tavola rotonda ha visto la partecipazione di diverse forze politiche, con il contributo di Rossana Boldi, vicepresidente XII Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati e Vito De Filippo, capogruppo PD XXII Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati, oltre che la partecipazione del sottosegretario di Stato al ministero della Salute, Armando Bartolazzi.

L’incontro ha rappresentato una felice e riuscita un’occasione per ripercorrere anche il passaggio storico-politico legato all'approvazione della Legge di Riforma, con un focus proprio sul tema dell'Uguaglianza, grazie alla preziosa testimonianza di Vincenzo Scotti, già Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali nel 1978 e tra i Ministri firmatari la Legge n. 833. Dalla sua testimonianza è emersa infatti la necessità di una rilettura contemporanea delle disuguaglianze, oggi ancora troppo presenti nel nostro Paese, che potrebbe servire a rafforzare la convinzione che senza un Servizio sanitario nazionale la condizione di emarginazione di una parte di popolazione sarebbe ancora più pesante. “Essere stati i primi a dedicare un momento di riflessione e celebrazione all’importante conquista del Servizio sanitario nazionale come tutela degli italiani rafforza la missione di Fondazione Roche di accendere i riflettori sui bisogni dei cittadini e sul loro diritto alla salute. - conclude Fausto Massimino, direttore generale della Fondazione Roche – In questa prospettiva, nel 2019 dedicheremo una particolare attenzione alla tematica della ricerca, con l’impegno di favorirne la diffusione, promuoverne la formazione e l’informazione”.

La Fondazione Roche persegue lo scopo di favorire la ricerca scientifica indipendente, l’assistenza sanitaria, l’attività delle associazioni che sostengono i pazienti ed il dibattito pubblico su tematiche istituzionali ed organizzative concernenti il sistema sanitario nazionale ed europeo. Tema ispiratore dell’azione della Fondazione Roche è l’attenzione alla persona-paziente e ai suoi bisogni di salute, con il triplice obiettivo di contribuire alla ricerca indipendente, seria e scientificamente solida; intraprendere un dialogo continuo con le istituzioni per trovare strade capaci di abbattere le limitazioni dei diritti del cittadino; sostenere in maniera responsabile le associazioni pazienti e le realtà non-profit del territorio. (FABRIZIA MASELLI)

Tutte le informazioni su Fondazione Roche, sono disponibili su www.fondazioneroche.it

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media