Cerca

UN CALLIGRAMMA PER IL CUORE

Il tram per il cuore attraversa Milano
in occasione della Giornata mondiale

Per accrescere la consapevolezza della popolazione sullo scomprenso cardiaco, una vettura messa a disposizione dall’Atm di Milano percorrerà le vie del centro. A bordo un team di cardiologi darà informazioni sulla patologia

28 Settembre 2019

0
Il tram per il cuore attraversa Milanoin occasione della Giornata mondiale

Sabato 28 e domenica 29 settembre, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, un tram molto particolare percorre le vie di Milano: si tratta di ‘un tram per il cuore’, un veicolo messo a disposizione dell’Atm di Milano in occasione della Giornata mondiale per il cuore. Obiettivo dell’iniziativa è quello di accrescere la consapevolezza sullo scompenso cardiaco e sull’importanza di una corretta prevenzione, e di insegnare a cogliere precocemente i sintomi dello scompenso. “Nel corso della vita – dichiara Maria Frigerio, direttore cardiologia 2 - insufficienza cardiaca e trapianto presso l’ospedale Niguarda Ca' Granda di Milano – una persona su cinque è a rischio di sviluppare scompenso cardiaco che, è attualmente la causa più comune di ricoveri in ospedale imprevisti per le persone sopra i 65 anni, nonché il principale motivo di riammissioni non pianificate. Si tratta di una malattia cronica severa che progredisce silenziosamente, anche in assenza di sintomi evidenti, esponendo il paziente ad un elevato rischio. Basti pensare che 1 paziente su 4 muore entro un anno dalla diagnosi. E se oggi questa patologia interessa già oltre un milione di italiani, si stima che entro i prossimi 10 anni lo scompenso cardiaco arriverà ad interessare il 2,3 per cento della popolazione italiana”. Lo scompenso cardiaco: poco conosciuto, ma molto diffuso. Questo, in sintesi, il quadro italiano di una patologia cronica e progressiva che – nonostante sia la prima causa di ricovero tra gli ultra 65enni e la prima causa di morte tra le patologie cardiovascolari in Italia– rimane una delle meno considerate. Eppure, nel nostro Paese, l’1,7 per cento della popolazione soffre di scompenso cardiaco. Inoltre, la prevalenza cresce in maniera esponenziale con l’età: meno dell’1 per cento sino a 60 anni e fino al 20 per cento dopo gli 80 anni.

A bordo  del tram, quattro cardiologi forniranno informazioni sulla patologia e sulla corretta prevenzione a tutti i cittadini interessati.“Lo scompenso cardiaco – precisa Marco Guazzi, ordinario di cardiologia all’università degli Studi di Milano e responsabile dell’unità di cardiologia universitaria e dello scompenso cardiaco del policlinico San Donato di Milano – è una sindrome clinica complessa in cui il cuore non è più capace di pompare sangue in misura adeguata alle richieste metaboliche dell’organismo. Questa situazione clinica riconosce diverse cause rappresentate dalla cardiopatia ischemica, dall’ipertensione, dalle valvulopatie, dalle miocardiopatie e miocarditi e dalle patologie congenite del cuore. È, inoltre, una patologia cronica che colpisce più spesso gli anziani, i cui sintomi e segnali vengono spesso trascurati, perché erroneamente attribuiti proprio all’invecchiamento fisiologico. Proprio i segnali d’allarme tipici dello scompenso cardiaco, quali ad esempio la mancanza di respiro, l’improvviso aumento di peso o la riduzione della quantità di urine, dovrebbero invece spingere tempestivamente dal medico di famiglia o dallo specialista cardiologo. Oggi, infatti, la gestione sempre più efficace del paziente scompensato prevede un approccio diagnostico e terapeutico di tipo interdisciplinare, che persegua l’obiettivo di migliorare la qualità di vita e di ridurre le ospedalizzazioni. Grazie al progresso delle terapie, noi specialisti abbiamo ora a disposizione farmaci davvero efficaci per il trattamento precoce dello scompenso, ma l’efficacia di un trattamento dipende prima di tutto dall’aderenza alle terapie stesse”.

Continuare a sensibilizzare sui rischi dello scompenso cardiaco è, dunque, fondamentale, anche attraverso attività innovative rivolte all’opinione pubblica.  Nasce così ‘Un calligramma per il cuore’, iniziativa che attraverso un’arte antica quale la calligrafia, pone l’accento sull’importanza della prevenzione in ambito cardio-vascolare e che vede il letterinartist Francesco Guerrieri, autore per l’occasione di tre opere d’arte – 'Il Cuore non ha tempo da perdere', 'Il presente è il cuore del tuo futuro' e 'Il Cuore ci parla ogni giorno ascoltiamolo' – visibili anche sul il ‘Tram del Cuore’. “La calligrafia è un’arte antica – racconta Guerrieri – la cui origine risale addirittura agli Egizi. Da allora, essa si è evoluta tecnologicamente assieme alle ere ed alle culture e oggi sta conoscendo un secondo rinascimento attraverso i social network e la street art, diventando così un mezzo contemporaneo per trasmettere messaggi importanti, proprio come l’importanza della salute del cuore”.

Quest’iniziativa vede anche il coinvolgimento dell’Associazione italiana pazienti scompensati (Aisc), da sempre in prima linea per la diffusione di una più ampia informazione in tema di scompenso cardiaco: “Come Associazione nazionale di riferimento per tutti i pazienti scompensati – commenta Maria Rosaria Di Somma, consigliere delegato Aisc – siamo fortemente impegnati ad accrescere la consapevolezza su questa patologia e sulla necessità di una diagnosi precoce. Il paziente informato impara a riconoscere i sintomi, è attento alla cura e migliora il dialogo con il proprio medico”. Infine aggiunge Daniela Della Monica, head cardio-renal-metabolic franchise Novartis Italia “Con questa iniziativa abbiamo voluto dare il nostro contributo per reimmaginare la medicina che è un punto centrale della mission di Novartis, volta a migliorare e prolungare la vita delle persone. Abbiamo scelto una forma d’arte come il calligramma per sensibilizzare sulle malattie cardiovascolari che, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, sono la prima causa di morte a livello globale. Le tre frasi reinterpretate dal letteringartist ben sintetizzano i modi più importanti di prendersi cura del cuore: riconoscere i segnali, l’urgenza, e la qualità di vita”. (MATILDE SCUDERI)

Le attività previste sono:

· Possibilità di inviare la propria frase sulla salute del cuore e riceverla successivamente in forma di calligramma, reinterpretata ad arte da un calligrafo professionista. Info su: www.uncalligrammaperilcuore.it

· Possibilità di salire a bordo del ‘Tram del Cuore’ per parlare con i cardiologi a disposizione per informazioni sullo scompenso cardiaco. Sabato 28 e domenica 29 settembre, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, il tram partirà da Piazza Castello 2 ed effettuerà fermate in:

o   Via Ponte Vetero 9

o   Via Broletto 3

o   Piazza Fontana 4

o   Via Albricci 7

o   Via Larga 4

Per informazioni sulla patologia: https://www.facebook.com/AscoltailTuoBattitoITA/

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media