Cerca

Brividi

Laura Pausini: "Voglio la verità su Bibbiano". Insulti e minacce alla cantante dopo l'appello

23 Luglio 2019

1
Laura Pausini su Bibbiano. Sui social la riempiono di insulti e lei: "Non parlo di politica ma di Umanità"

Laura Pausini si è appellata ai social per chiedere la verità su quanto accaduto a Bibbiano, gli stessi social che poi l'hanno presa di mira e riempita di insulti. Il caso dei presunti affidi illeciti ormai è noto: a Reggio Emilia l'ex sindaco di Bibbiano del Pd sarebbe coinvolto nell'inchiesta Angeli e Demoni per aver violato le norme che regolano l'affido dei bambini portati via dalle famiglie per essere affidati a chi elargiva ingenti somme di denaro. Molti cantanti hanno chiesto la verità sui terribili avvenimenti di Bibbiano, tra questi anche Nek che su Repubblica è stato criticato professionalmente con l'accostamento delle sue canzone alle atomiche di Hiroshima e Nagasaki.

Poi è stato il turno della Pausini. Ma adesso la cantante, come riporta l'Adnkronos, ha deciso di reagire e dire la sua in modo chiaro e schietto. Non vuole battere in ritirata come alcuni haters le hanno chiesto e non vuole nemmeno tacere su quanto accaduto e così rilancia sui social con forza il suo appello: "Io non voglio essere schierata politicamente, non mi interessa farlo pubblicamente. Non è che tutto ciò che si pensa e si dice debba sfociare nella politica. Questa storia di Bibbiano è gravissima. Non si può stare zitti. Parlatene tutti, di qualunque partito siate! Come al solito i politici fanno a gara ad appropriarsi delle opinioni altrui. Eppure io ho detto subito che non parlo di politica ma Umanità. Sono una mamma e una cittadina italiana e queste cose mi colpiscono moltissimo".

È sempre molto difficile in Italia - prosegue - commentare dei fatti di cronaca o attualità perché ti massacrano continuamente per qualsiasi cosa. Inventata o travisata. Io sono una persona molto fragile da questo punto di vista e sono molto schietta istintiva e genuina e per questo a volte è diventato un fatto di attualità che io abbia messo lo smalto a mia nipote al mare, o che mi prenda in giro e mi dica da sola che sono negata facendo una battuta chiaramente contro di me e pro Beyoncé... tutto viene raccontato descritto spettegolato in maniera diversa, esagerata a volte opposta a ciò che uno ha detto o ha fatto". Poi ancora: "Chi ha bisogno di sfogarsi, stavolta utilmente, tiri fuori la voce per parlare di questo scandalo". A difenderla ci pensa il deputato pentastellato Carlo Sibilia: "La stampa italiana fa proprio fatica a parlare della tristissima storia di Bibbiano. Per fortuna c'è chi ci aiuta a tenere alta l'attenzione. Dateci una mano anche voi".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • levantino

    23 Luglio 2019 - 17:05

    Il PD anziché le prove della Russia,s'interessasse cosa è successo a Bibbiano. Cercano di coprire il falso scandalo della Russia avendo le prove dei bambini innocenti.

    Report

    Rispondi

Ondata di caldo, Venezia tra le città più afose d'Italia

Open Arms, la portavoce Ue Mock: "Sei paesi disponibili ad accogliere i migranti"
Nadia Toffa, piazza del Duomo di Brescia celebra i funerali della conduttrice
Matteo Salvini, frecciatina a Pd e M5s: "Noi non abbiamo paura di perdere la poltrona"

media