Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini, Carlo De Benedetti oltre i limiti: "Estremista, pericoloso. Con le ossa rotte? Un bene"

  • a
  • a
  • a

Carlo De Benedetti, in collegamento con Omnibus su La7, non si smentisce. Da lui, infatti, non arrivano altro che attacchi a Matteo Salvini: "È estremista e pericoloso - esordisce in un colloquio con la conduttrice Alessandra Sardoni -. Dopo le regionali è stato emarginato dal successo di Luca Zaia e dalla sconfitta in Toscana e in Puglia. Esce con le ossa rotte ed è un bene". Non solo, perché l'ex patron di Repubblica sottovaluta anche la vittoria della Lega come primo partito alle Regionali in Valle d'Aosta: "Un'inutilità perché faranno una coalizione diversa e il rappresentante della regione non sarà del Carroccio". 

 

Per De Benedetti è tutta colpa dell'incompetenza, anche quella che caratterizza il governo e le sue sfilate. Una a caso? Quella di Villa Pamphilj dove Giuseppe Conte ha dato il via agli Stati Generali.

 

Dai blog