Cerca

L'eredità

Napoli, il tesoretto di Carlo Ancelotti in panchina: il regalino di Sarri da otto gol

5 Dicembre 2018

0
Napoli, il tesoretto di Carlo Ancelotti  in panchina: il regalino di Sarri da otto gol

Il Napoli dei titolarissimi di Sarri ormai è solo un ricordo. Sì, perché la squadra in cui giocavano sempre gli stessi undici, in quel 4-3-3 che conoscevano a memoria tutti i tifosi azzurri, non esiste più. Anzi, paradossalmente con Ancelotti al timone la situazione si è capovolta.

Quella partenopea, infatti, è la squadra capace di segnare più reti in serie A con giocatori subentrati dalla panchina. Addirittura otto nelle prime quattordici giornate di campionato (su ventotto gol complessivi realizzati dal Napoli). L' ultimo è arrivato lunedì sera a Bergamo contro l' Atalanta. Quando, dopo tre minuti dal suo ingresso in campo al posto di Mertens (al minuto 82), Milik ha realizzato il gol vittoria contro i bergamaschi (inoltre per l' attaccante polacco è il settimo centro su quindici in azzurro dalla panchina).

Numeri incredibili per una squadra che negli ultimi anni aveva abituato tutti a vedere sempre gli stessi uomini sul rettangolo verde. Ed è ancora più interessante scoprire che la metà di queste reti, ben quattro, si sono rivelate decisive per il risultato finale. Mertens alla seconda giornata nel 3-2 contro il Milan (i rossoneri erano addirittura in vantaggio di due gol); ancora il belga nel pareggio per 1-1 contro la Roma alla decima; Ruiz nel 2-1 a Marassi contro il Genoa ed appunto Milik a Bergamo nel 2-1 contro i nerazzurri di Gasperini.

In totale sono dieci punti in più arrivati grazie ai cambi di Ancelotti. Allenatore che fa contenti tutti: i giocatori che possono così sentirsi dal primo all' ultimo importanti ed il presidente De Laurentiis che aveva sempre criticato Sarri per la poca rotazione dei calciatori.

di Federico Strumolo

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media