Cerca

Qualificazioni

Finlandia-Italia 1-2: decidono i gol di Immobile e Jorginho. Azzurri a punteggio pieno

8 Settembre 2019

0
Finlandia-Italia 1-2: decidono i gol di Immobile e Jorginho. Azzurri a punteggio pieno

Ce l'ha fatta. Un record. Sette vittorie consecutive, punteggio pieno nel girone e davvero vicina ad assicurarsi un posto per Euro 2020. La Nazionale di Mancini non perdona neanche a Tamperi e porta a casa una vittoria di esperienza e fortuna – dubbio il rigore assegnato agli azzurri – grazie al tiro dagli 11 metri di Jorginho. Un premio giusto per quanto si vede prima del botta e risposta tra Immobile e Pukki – anche lui dal dischetto – che sblocca il punteggio e vivacizza i secondi 45 minuti. Per la qualificazione adesso mancano davvero pochi passi: con 4 giornate a disposizione, l’Italia staccherebbe il pass battendo la Grecia e con un contemporaneo risultato negativo dell’Armenia, impegnata in Liechtenstein. Con una sconfitta di Mkhitaryan e compagni, basterebbe anche un pari agli azzurri. L’ultima possibilità prevede un successo degli azzurri e il contemporaneo ko della Finlandia in terra bosniaca.

L'Italia crea tanto, poi la decide Jorginho
Mancini ne cambia 5 rispetto alla formazione uscita vincitrice in Armenia e opta per Immobile in avanti, con Chiesa a destra e Pellegrini avanzato a sinistra. In difesa Acerbi e Izzo vengono preferiti a Romagnoli e Florenzi. Kanerva, invece, sceglie il 5-4-1 e si affida a Pukki come unica punta. La prima palla-gol è proprio della Finlandia, con Toivio che spaventa subito gli azzurri su una palla inattiva, ma il suo tiro in allungo termina oltre la traversa. L’inizio dell’Italia non è positivo e lo si capisce dopo otto minuti, quando Emerson è costretto a uscire per un problema muscolare e cede il posto a Florenzi. La gara non regala grande emozioni, almeno fino al 27’, quando Sensi costruisce la prima occasione per gli azzurri, con un destro in girata al volo che Hradecky smanaccia sulla traversa. Il portiere finlandese si rende protagonista anche su Barella e Chiesa, mentre può solo pregare quando le conclusioni di Immobile – di testa – e ancora Sensi finiscono a un soffio dal palo. L’intervallo contribuisce a riequilibrare l’incontro, ma al 59’ l’Italia colpisce. Chiesa c

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Scontri tra black bloc, gilet gialli e polizia alla marcia per il clima a Parigi, fiamme sugli Champs-Elysées

Matteo Salvini, chiesta archiviazione per la Gregoretti: "Vediamo se il tribunale dei ministri ribalta tutto"
Clima, Greta Thunberg all'Onu: "Noi giovani uniti e inarrestabili" 
Giuseppe Conte

media