Cerca

Hamilton voto 10

Formula 1, le pagelle alla stagione: flop Ferrari, Leclerc batte Vettel. Ma occhio all'arma segreta di Seb

2 Dicembre 2019

0
Formula 1, le pagelle alla stagione: flop Ferrari, Leclerc batte Vettel. Ma occhio all'arma segreta di Seb

Hamilton - Grandi qualifiche, ritrovata pole. Spinge come fosse la gara più importante, e maramèo alle nuove leve. In testa dal primo all'ultimo giro. Atomico. 10 a gara e stagione. 9 alla Mercedes. Perché, per dirla con il magnetico Toto, la perfezione non esiste. O quasi.

Verstappen - La macchina lo fa tribolare non poco. Secondo. Il futuro è qui. 8 alla gara e ad una stagione buona, al netto delle 'cazzate' in pista. 8 pure alla Red Bull, forte soprattutto nell'ultima parte del campionato. 

Leclerc - Che lotta con Max! Gara che cancella una qualificata pasticciata. 10 podi, 7 pole e 'magie' assortite. Il terzo posto piloti però se lo tiene Verstappen. Ma anche lui guarda al futuro e sorride. Meno prima donna con Vettel, meno rogne. 8 alla gara, 7 e mezzo alla stagione.

Vettel - La gara è 'no'. A parte il sorpasso restituito ad Albon. Meno prima donna con Leclerc, meno rogne. 5 alla gara, 6 alla stagione. La nascita del terzo figlio gli farà bene.

Ferrari - Stagione flop, guardando ad un futuro per forza più roseo (in attesa di Hamilton per il 2021?). Strategie che sembrano arcani, ruoli da rivedere, nì le macchine. Male all'inizio, a Monza un respiro, poi niente di nuovo. Non deve essere facile per Binotto: 6.

Albon - Gode, all'inizio, del doppio pit stop Ferrari, poi chiude sesto. Bene hanno fatto Horner e Marko a passarlo in Red Bull. Solido. Darà il massimo. Gara 6, stagione 7. 

Norris - Addirittura meglio del 'vecchio' Sainz. Chiude ottavo. Promosso col 6 poltico. McLaren? I fasti sono lontani ma l'annata è buona: 7.

Ricciardo - Per un pelo niente punti. Annata da 6. Ma il flop della Renault 2019 è eclatante e fa riflettere come faccia addirittura meglio la 'motorizzata' McLaren: 5. 

Sainz - Sesto posto nella classifica piloti alla fine suo. Qualifiche ottime, gara da dimenticar se non che, nel finale, strappa qualche punto. Super solido. Stagione: 8. 

Hulkenberg - Doveva aspettare l'ultima gara prima del ritiro per strappare un punto? Infatti manco quello. Mai una vittoria, mai così brillante. E niente ha portato ad un Renault piena di limiti ed incertezze. 3.

Perez - E' l'unico a portare (e qualche volta a raccattare) punti da un po' di tempo a questa parte. 6 e mezzo alla stagione. 6 alla Racing Point.

Gasly - Disastroso crash iniziale iniziale con le Racing. Che peccato, visto il ritrovato spirito nella italiana Toro Rosso, Alpha Tauri dal prossimo anno (trovare un nome così brutto richiede impegno). 7 a lui per la stagione. 8 alla squadra, che tiene. 

Stroll - Alla fine esce pure... Inutile sprecare parole. Tanto fra un anno papà lo ritira e arrivederci e grazie. Voto alla stagione: 4.

Kvyat - Lotta con uno 'spento' Raikkonen... e olè. Finisce nono e stavolta porta a casa i punti che di solito fa Gasly. A parte la Germania, nessun lampo, fa il compitino. E 5 e mezzo gli diamo.

Magnussen - Quasi a punti, poi 14 esimo. Ma quella Haas è un calvario. Stagione da 2, a volergli bene.

Grosjean - Non sappiamo se dare meno a lui o alla Haas. Nel dubbio, diamo 0 ad entrambi e buonanotte.

Giovinazzi - Qualifiche barzelletta, in gara il crash con Kubica. 21 gare, 14 punti. Pochini ma tant'è. Riconferma. Sarà contenta la disastrosa Alfa... 2 + 2 = 4.

Raikkonen - Va bene che ormai è in vacanza, ma quest'ultima gara è piuttosto spenta. Suoi la maggior parte dei punti Alfa dell'anno. Stagione da 6 e mezzo.

Russell - Lo potremo giudicare solo su una vera macchina. 5 per il futuro. E sulla fiducia.

Kubica - Vinta a pieni voti la sfida con la vita di tornare in F1 dopo l'incidente. Ma con quella Williams forse era meglio starsene a casa. Finale da 5. Williams: 0.

Bottas - Ha un sussulto e rimonta come un pazzo. Qualifiche 'no' poi dimentica il divorzio e chiude quarto, da 20esimo, grazie ovviamente all'ennesimo motore nuovo. Fa male anche quando fa bene. Stagione da 5.

Pirelli e Fia - Se queste gomme sono così degradabili, e di ciò la prestazione ne risente, è colpa della Federazione, che ha chiesto gomme dalla specifica deboli. 1.

Commissari di gara - Il DRS inutilizzabile per i primi 20 giri. Un danno gravissimo. 0. 

di Leonardo Filomeno
@l_filomeno

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Matteo Salvini sta con gli agenti penitenziari: "In un Paese normale...". Ecco il video dello "scandalo"

Sergio Mattarella alla Prima della Scala, un curioso video da dietro le quinte
Maria Giovanna Maglie, Stasera Italia
C'è un pinocchio e un grande Mes, scopriteli su Camera con Vista

media