Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luis Suarez e la Juventus, il cerchio si stringe. Retroscena dall'inchiesta: "Trattativa saltata all'ultimo, sapevano dell'indagine?"

  • a
  • a
  • a

L'inchiesta sull'esame-farsa di Luis Suarez all'Università per stranieri di Perugia va avanti a fari spenti. E ora, rivela Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera, gli interrogativi degli inquirenti riguardano principalmente la Juventus, che attendeva un esito positivo dall'esame del calciatore del Barcellona per ottenerne la cittadinanza italiana e poterlo tesserare per questa stagione. Poi tutto è saltato, è esploso lo scandalo con la pubblicazione delle intercettazioni dei vertici e dei professori dell'Università, che confermavano come il test fosse stato di fatto concordato con lo stesso giocatore, e l'attaccante uruguaiano è finito all'Atletico Madrid. 

 

 

 

In una conversazione intercettata, scrive la Sarzanini, Lorenzo Rocca, il docente che ha esaminato Suarez il 17 settembre scorso, consegnandogli poi il certificato B1 del test, ci sarebbero stati contatti dirett tra l'Università e lo staff del bomber. "Ho parlato con il Barcellona", spiega Rocca. Insomma, era tutto pronto. Poi il brusco e immotivato stop alla trattativa tra Surez e la Juve. "Qualcuno è stato avvisato dell’indagine?", si chiede la Sarzanini riportando i dubbi degli inquirenti, ricordando che "senza la cittadina Suarez non poteva essere tesserato perché la Juve ha già due extracomunitari. Come mai dopo aver messo fatto di tutto per ottenere il risultato, alla fine l’accordo è sfumato?". All'attenzione degli inquirenti anche il volo privato che ha portato Suarez a Perugia. "Bisogna scoprire se sia stato il suo staff a pagarlo o se invece dell’organizzazione e del saldo dei costi si sia occupata la Juventus", è la domanda del Corsera, visto che "l'interesse della società bianconera è ormai acclarato dai contatti che ci sono stati dall’inizio di settembre fino al giorno dell’esame e anche dopo", con i contatti tra il responsabile dell’area tecnica Fabio Paratici e il rettore della Statale Maurizio Oliviero per ringraziarlo. 

Dai blog