Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lorenzo mette in fila anche Rossi. Primo a Le Mans

Esplora:
default_image

Lo spagnolo autorevole e sempre più leader del mondiale. Rossi prepara la riscossa al Mugello

Roberto Amaglio
  • a
  • a
  • a

Va a Jorge Lorenzo la vittoria del GP di Le Mans. Il pilota Yamaha, infatti, ha staccato nel corso della gara il suo amico-nemico Valentino Rossi al termine di una prova di grande autorità, in cui il campioncino spagnolo ha ulteriormente confermato di aver tutte le carte in regola per puntare al mondiale della classe regina. Cinque i secondi che hanno separato i due centauri della Yamaha, non troppi, ma certo sufficienti per dimostrare la superiorità della moto numero 99. Alle sue spalle, come detto e già preannunciato dopo il dominio nelle prove del week-end, Valentino Rossi, secondo anche nella classifica del mondiale a 9 lunghezze dall'insidioso compagno. La gara transalpina per Rossi non è comunque da buttar via: il pilota di Tavullia, infatti, sente sempre meno male alla spalla infortunata in una gara di cross. E la prossima gara sarà al Mugello, davanti al suo pubblico. Insomma lo scenario ideale per rimettere a posto le gerarchie di squadra. E guarda al Mugello con ottimismo pure Andrea Dovizioso (Honda), bravo a salire sul podio precedendo Hayden, il compagno Pedrosa e Marco Melandri. Assente ingiustificato, invece, Casey Stoner, finito di nuovo a terra con la sua Ducati. Solito dominio iberico nelle classi inferiori. Nella 125 Pol Espargaro (Derbi) ha preceduto Nicolas Terol (Bancaja Aprilia), Marquez e Vazquez su Derbi. In moto 2, invece, Toni Elias (Moriwaki) ha fatto suo il GP lasciandosi alle spalle il connazionale Julian Simon (Suter MaMapfre Aspar) e gli italiani Simone Corsi (Motobi Jir Moto 2) e Andrea Iannone (Fimmco Speed Up).

Dai blog