Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ursula von der Leyen a Giuseppe Conte: "Nuovo patto sui migranti", si può crederle?

Forse, qualcosa si muove. Forse. La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, prima del bilaterale a Palazzo Chigi con Giuseppe Conte, infatti ha affermato: "Voglio proporre un nuovo patto per le migrazioni e asilo, abbiamo bisogno di una nuova soluzione. Dunque ha aggiunto: "Vogliamo che le nostre procedure siano efficaci, efficienti ma anche umane - ha aggiunto -. Non è un compito facile, ma abbiamo capito tutti che non esistono soluzioni facili. È necessario rivedere il concetto di ripartizione degli oneri. Sappiamo che Italia, Spagna, Grecia sono geograficamente esposte: è fondamentale poter garantire la solidarietà ma ciò non è mai un processo unilaterale. Il mio obiettivo politico primario è superare le divisioni, tra nord e sud, est e ovest, piccoli paesi e gradi paesi. Una Ue unita ha bisogno di un'Italia forte e prospera". Leggi anche: Antonio Maria Rinaldi smaschera la Von der Leyen? Dunque le parole di Conte, che spiega come la lista di "priorità" proposte dall'italia "è ben chiara: abbiamo apprezzato il discorso inaugurale e le sensibilità che la neo-presidente ha espresso. Sono importanti l'impulso alla crescita, le politiche attive per il lavoro soprattutto dei giovani" ed è necessario "dosare le politiche della crescita in modo differente tenendo conto delle aree disagiate tra le quali il nostro mezzogiorno. Occorre il rilancio per il sud e vogliamo pieno sostegno dall'Europa". E ancora: "Dobbiamo riformare le istituzioni europee, rendere più efficace la governance, vogliamo che le soluzioni prese siano e vengano percepite come trasparenti". Il premier ha concluso affermando che "per riavvicinare l'Europa ai cittadini, per contrastare la sfiducia, dovremo impegnarci di più per lavorare per una Europa che sappia offrire soluzioni adeguate ai problemi urgenti avvertiti dai nostri cittadini". Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Dai blog