Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino, Matteo Salvini contro il governo: "Perché non coinvolgono i 60mila farmacisti? Assolutamente assurdo"

Il piano-vaccini prosegue, seppur a rilento, dopo il disastroso inizio. Eppure restano parecchi problemi, in primis le forniture. E sulla questione, intercettato in Piazza San Luigi dei Francesi a Palazzo Madama, Roma, dice la sua Matteo Salvini. Il leader della Lega, in premessa, fa quadrato attorno ad Attilio Fontana: "Sono contento perché oggi regione Lombardia è quella che in Italia ha vaccinato più persone, alla faccia di chi non ci ama". Dunque, Salvini aggiunge: "Secondo stiamo lavorando per essere ancora più veloci, perché le scorte si stanno esaurendo. E ci sono 60mila farmacisti che sono a disposizione per vaccinare: che il governo non li abbia ancora consultati e coinvolti è assolutamente assurdo", conclude Salvini. Insomma, il segretario del Carroccio pone una questione semplice e per ora senza risposta: perché, ad oggi, i farmacisti non sono ancora stati coinvolti per le vaccinazioni?

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Dai blog