Cerca

Mario e Mario

Draghi: "Potrebbero servire misure non convenzionali"

La Bce spera in un bis dei tecnici? Poi il governatore: "Necessario cedere la sovranità in alcuni aspetti di politica economica"

Dall'Eurotower un messaggio che pare rivolto al governo dei tecnici. Cedere l'Italia al Prof e la politica monetaria alla Merkel?
Mario Draghi

Mario Draghi

Un assist a Mario Monti per un bis di governo arriva da un altro Mario, Draghi, il governatore della Bce. In un articolo pubblicato sul giornale tedesco Die Zeit, Draghi spiega che la politica monetaria del Vecchio Continente, a volte può richiedere misure eccezionali. Come una misura eccezionale, per i destini dell'Italia e dell'Europa, sarebbe il raddoppio dei tecnici, una cricostanza caldeggiata in molte stanze del potere, italiano e continentale. "La Bce - ha spiegato Draghi - farà ciò che è necessario per assicurare la stabilità dei prezzi, rimarrà indipendente e agirà sempre entro i limiti del suo mandato. Ma proprio questo mandato - sottolinea il governatore - a volte ci impone di andare oltre gli strumenti standard di politica monetaria".

Politica monetaria unica - "Quando i mercati sono frammentati o influenzati da paure irrazionali - prosegue nel suo intervento -, i nostri segnali di politica monetaria non raggiungono i cittadini in modo uniforme in tutta l'area dell'euro. Dobbiamo agire in modo da garantire una politica monetaria unica e quindi la stabilità dei prezzi per tutti i cittadini dell'area dell'euro. Questo a volte può richiedere misure eccezionali. Ma questa è la nostra responsabilità come banca centrale della zona euro".

Cedere sovranità - Secondo il governatore dell'Eurotower per rafforzare l'unione economica della zona euro "non dobbiamo scegliere fra i due estremi", rappresentati "dal ritorno al passato o dagli Stati Uniti d'Europa". Piuttosto, continua Draghi, si rende necessaria "una nuova architettura nella quale integrazione economica e politica procedano in parallelo, e la sovranità in alcuni settori specifici di politica economica può e deve essere messa in comune, rafforzando la legittimazione democratica". Cedere dunque l'Italia a Monti e la politica monetaria alla Merkel? Secondo Draghi - forse - sì.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • martellone

    01 Settembre 2012 - 18:06

    Quanto alla stabilità dei prezzi, baciami scioccone!

    Report

    Rispondi

  • arwen

    29 Agosto 2012 - 16:04

    Alla faccia, abbiamo già concesso ad un capo di stato straniero di decidere chi ci doveva governare e quali provvedimenti doveva prendere. Cosa altro dobbiamo fare? Quanta sovranità c'è rimasta da cedere? Oltre che porci a 90 gradi, cosa altro possiamo fare? Invitare anche gli altri a fare il loro comodo?

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    29 Agosto 2012 - 15:03

    UE con Pecore,Caproni,dobermann$Ciucci nostrani,seppur Tecnici Professori guardati a vista da Cagna Pastore Tedesco? Davvero che ci voleva Draghi a dirci queste scemenze,se al mio primo stage al Parlamento UE di Strasburgo in una cena alla Maison Kammerzell, io Vincenzo Alias Il Contadino con quasi tutti i Membri del PSE li ho sgridati per le 12 ragazze interpreti e mancanza di una lingua unica obbligatoria come l'Inglese;II quella del Paese Membro;III quella Locale per la Cultura Locale e frasi idiomatiche o forse erano fantasie le proposte dello Statista Bettino Craxi,Presidente di turno che propose voto all'unanimità e,per l'Italia la Lira 1=1000?Oggi abbiamo un euro a 1936,27,giusto il cambio o che questa sia Politica unica o che diventa spesso una triade di persone che gestiscono il potere come per i Triumvirati Romani,ma senza nemmeno vincere una battaglia e, per dirla tutta:volgarmente,troia e sbilenca che arrecano danni incalcolabile per la loro inettitudine,seppure siano Prof

    Report

    Rispondi

  • ketaon_01

    29 Agosto 2012 - 15:03

    Per secoli abbiamo fatto a meno di Monti e comunque con la sua legislatura a parte le tasse per la gente comune e il fatto che non ha fatto tagli alla casta non ho visto cambiamenti. Fattene una ragione. Genta come lui e i suli collaboratori compreso quello che stà al colle , ne facciamo volentieri a meno

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog