Cerca

Roland Garros

Niente miracolo per la Errani
Sharapova la più forte

Finale bellissima e molto combattuta contro la numero uno al mondo. Punteggio bugiardo (6-3, 6-2), ma Sara entra nelle prime 10 del ranking.

Niente miracolo per la Errani
Sharapova la più forte

Tanto cuore, tanta grinta, tanta qualità. Ma contro una Maria Sharapova tornata a questi livelli era davvero una missione impossibile vincere la finale di Roland Garros. Il sogno di Sara Errani si infrange contro la russa, ma l'italiana combatte e lotta fino all'ultimo punto. Il punteggio finale (6-3, 6-2) non dice tutto di un match bellissimo e a tratti in grande equilibrio.

Match duro - Sara viene dalla vittoria nel doppio con l'amica Roberta Vinci sulla terra rossa di Parigi. Non è appagata, vuole anche il singolo, ma sembra quasi non entrare in campo. Va sotto 4-0 (con i primi due game bruciati in 6 minuti). Ma a set già perso la venticinquenne tira fuori l'orgoglio: conquista un controbreak e chiude sul 6-3. Segnale alla Sharapova per dirle che non sarà facile. Il secondo set si apre come il primo, subito sotto 2-0. Poi di nuovo orgoglio e alla fine si chiude sul 6-2, ma quei sei game non parlano solo russo. Sara combatte, vince un controbreak, annulla alcuni punti all'altissima russa (ventidue centimetri più dell'italiana) e strappa applausi al pubblico con alcune giocate a rete davvero belle. Ma la Sharapova è troppo forte, troppo in forma. La russa è tornata ancora più forte che prima dell'infortunio alla spalla e riesce a vincere l'unico Slam che le mancava. Sharapova batte Errani in finale a Roland Garros. Ma Sara c'è e punta alle Olimpiadi. E il tennis azzurro (femminile) si conferma di grande livello, dopo la terza finale consecutiva raggiunta (due Schiavone e ora Errani).

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog