Cerca

Tasse

Monti attacca Berlusconi
"L'Ici non andava abolita"

Il premier: "Non si è voluto riconoscere che l'Italia non cresceva. Ma se si preferisce una patrimoniale, noi siamo pronti"

Monti attacca Berlusconi
"L'Ici non andava abolita"

In apertura di conferenza stampa sulla cosiddetta Spending review, il presidente del Consiglio Mario Monti si è tolto un sassolino dalla scarpa: quello dell'Imu, l'imposta sulla casa sulla quale in questi giorni le polemiche e gli attacchi sono piovuti da ogni dove. "L'Ici - ha attaccato il prof, riferendosi alla vecchia tassa sulla casa abolita dal governo Berlusconi, di cui l'Imu è la nuova versione - non andava assolutamente abolita, con i conti che aveva l'Italia. Allora, non si voleva riconoscere che l'Italia non cresceva come i partner europei, mentre oggi gli autori di quelle mancate decisioni (cioè il governo Berlusconi, ndr) sono d'accordo con noi sulla loro necessità. Ma se proprio l'Imu non si vuole, noi siamo disponibili a pensare a una patrimoniale e siamo pronti ad ascoltare le proposte che ci verranno avanzate".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giorgio_collarin

    03 Maggio 2012 - 21:09

    tassa incostituzionale sulla prima casa!!! trattandosi di bene primario!!! un lavoro dignitoso, una casa che si paga tre volte il suo valore iniziale causa interessi, con un mutuo di 25-40 anni!!! la tassa sulla prima casa è come pagare un affitto ad un padrone surrogato, in quanto lo stato non è proprietario della casa in cui vivo!!!

    Report

    Rispondi

  • osicran2

    03 Maggio 2012 - 10:10

    Per me, legittima e umana. A proposito, facciamo un pò di chiarezza.L'abolizione dell'ICI ha riguardato solo edifici economici o poco più, ma ha lasciato fuori tutti quelli di lusso ed extra lusso!Tale abolizione ha dato una boccata di ossigeno a tutti ed è falso e pretestuoso affermare che è stato uno sbaglio!Molto più deleteri sono stati gli errori commessi da questo governo che non ha capito l'importanza di rilanciare l'economia,unica ricetta per aumentare il PIL, ridurre il DP e aiutare le famiglie!Invece, ha fatto tutto il contrario con il risultato di avere aggravato la situazione,impoverendo tutti, deprimendo i consumi e quindi l'occupazione e la produzione. Complimenti!!!

    Report

    Rispondi

  • arch

    03 Maggio 2012 - 09:09

    E te caro prof. dei miei gioielli ce ne hai chiesti 40.Era meglio se rimanevi alla Bocconi a fare danni là.

    Report

    Rispondi

  • GMTubini

    02 Maggio 2012 - 21:09

    Come facevano, senza i proventi derivanti dall'ICI sulla prima casa dei morti di fame, a pagare le consulenze milionarie per gli amici degli amici, ad assumere personale inutile ma con la tessera del partito, a sistemare parenti e amici foraggiando le loro associazioni "culturali"? A che potevano mai servire i pochi spiccioli che venivano dalle addizionali alle imposte dirette, dall'ICI sulle seconde case e sulle attività produttive nonché dagli altri balzelli, multe comprese? A nulla! Neanche a garantire il minimo vitale della clientela elettorale! Che mondo! Meno male che c'è sempre qualche emerita testa di cavolo che crede che le imposte ai comuni servano davvero a rifare la pavimentazione alle strade e a costruire gli asili!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog