Cerca

Paradossi

Lo Stato evade il Fisco
non ha pagato i contributi ai dipendenti

Da quando l'Inps controlla la previdenza degli statali, scoperte molte irregolarità nel versamento delle somme dovute

Sembra un paradosso, ma in Italia accade anche questo. Lo Stato, nella veste di datore di lavoro, ha evaso i contributi. Tradotto: non ha pagato il dovuto per le pensioni dei pubblici dipendenti. Come rivela Il Giornale, da quando l'Inps si è fatta carico anche dell'Inpdap, l'ente che fino all'anno scorso raccoglieva i contributi e pagava le pensioni ai dipendenti dello Stato e degli enti pubblici, sono emerse una serie di falle. E si è scoperto, per esempio che nel biennio 1996 1998, c'è un "vuoto informativo" sui contributi che la pubblica amministrazione ha versato ai suoi dipendenti, tale da rendere difficile se non impossibile il calcolo esatto dell'assegno per le pensioni miste e anche per quelle interamente contributive. Insomma, mentre i datori di lavoro facevano salti mortali per adeguarsi alla normativa, lo Stato latitava. Il risultato è che buona parte delle pensioni pubbliche sono state calcolate in modo approssimativo. Nessuno si è azzardato a denunciare il prblema forse perché nessuno ci ha rimesso se non noi contribuenti. L'accorpamento dell'Inps e dell'Inpdap ha lo scopo di adeguare la previdenza pubblica agli standard a cui è abituata da tempo a quella privata. 

Il costo economico Ma l'operazione ha un "peso" sui conti dell'istituto. La gestione finanziaria di competenza evidenzia nel complesso una perdita di 5,97 miliardi di euro con un peggioramentod i 5,2 mld rispetto alle previsioni del bilancio originario 2012. Quello precedente aveva previsto una perdita di 736 milioni di euro. Secondo il rapporto annuale dell'Inps il disavanzo è interamente ascrivibile "al disavanzo finanziario di competenza dell'ex Inpadap pari a meno 6224 milioni" di euro. La gestione economica presenta una perdita di 4,86 miliardi contro i 370 milioni prefusione. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tunnel

    05 Giugno 2012 - 17:05

    Ha ragione a evadere il fisco,altrimenti come fa il Presidente dell'INPS a racimolare il suo stipendio annuo di be oltre € 1,6 milioni di Euro? Vedrete che nel suo stipendio non ci sono irregolarità. Sticazzi!!!

    Report

    Rispondi

  • ubik

    05 Giugno 2012 - 17:05

    adesso è lo stato che non mette in regola i dipendenti, per questo andiamo in pensione a 140 anni... Buffoni :)

    Report

    Rispondi

  • lucia elena

    05 Giugno 2012 - 14:02

    Allora è sempre più evidente che lo stato non è il popolo vessato e pagatore delle tasse emesse da un governo usurpatore il quale sentendosi stato si permette anche di evadere. Equitalia le paga? O fa anche lui la voce grossa con i poveracci ciò di cui lui si sente immune? I partiti pagano le tasse? le cooperative pagano le tasse? Le fondazioni,le banche ecc. le pagano le tasse? I politici pagano le tasse? No signori non le pagano quindi prendiamo i forconi e cacciamo via tutti.

    Report

    Rispondi

blog