Cerca

Tartassati

Tasi, dal 2015 si cambia: tassa unica sulla casa e detrazioni per i figli

Tasi, dal 2015 si cambia: tassa unica sulla casa e detrazioni per i figli

Oltre 15 milioni di famiglie italiane entro domani dovranno versare l'acconto della Tasi. Una tassa odiosa e più salata dalla famigerata Imu: non solo infatti la pagano anche gli inquilini, ma non prevede la detrazione di 50 euro per ciascun figlio a carico (per un massimo di 200 euro). Ecco allora che il governo di Matteo Renzi sta pensando a un passo indietro: reintrodurre la detrazione, tassare la casa con un'unica imposta e bloccare la "fantasia" dei Comuni in tema di aliquote.
L’attuale meccanismo delle detrazioni è infatti piuttosto cervellotico: la Uil servizio politiche territoriali ha calcolato che le detrazioni, attualmente riservate alle autonome decisioni dei Comuni, arrivano a formare fino a 100 mila combinazioni. Di qui, rivela Repubblica, la decisione del governo di intervenire anche perché dal 2015 “scade” di fatto la maggiorazione dello 0,8 per cento sulla Tasi che i Municipi possono utilizzare per introdurre le detrazioni e da prossimo anno l’aliquota potrà salire dal tetto dell’1 per mille al 6 per mille. Una sorta di tana libera tutti che lascerebbe ai Comuni mani libere su aliquote e detrazioni, e che il governo vuole scongiurare. Per il prossimo anno, spiega il Messaggero, è prevista dunque una marcia indietro: forse non direttamente alla detrazione fissa, ma quantomeno ad una scelta per i sindaci tra solo due o tre possibili opzioni, legate al valore catastale dell'immobile o alla situazione reddituale familiare.
L’idea allo studio è quella di riformare l’intero comparto della tassazione della casa che nel solo 2014, secondo dati del Dipartimento delle Finanze, frutterà un gettito di 39 miliardi. Secondo le prime valutazioni l’operazione di “rientro” delle detrazioni centralizzate non dovrebbe comportare aumenti di spesa perché sarebbe assorbita dalla più semplice scalettatura delle aliquote della nuova e unica tassa che somiglierebbe tutto sommato alla vecchia e bistrattata Imu del 2012.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wall

    16 Ottobre 2014 - 14:02

    Ma la tassa sulle prigioni a carico dei prigionieri a quando? Visto che se proprietario o affittuario devo pagare cosa aspetti a tassare anche le prigioni?

    Report

    Rispondi

    • fausta73

      16 Ottobre 2014 - 15:03

      ma soprattutto dovrebbero pagarsi vitto e alloggio perchè altrimenti condannano noi a mantenere chi non ha rispettato la legge!

      Report

      Rispondi

  • paolino pierino

    16 Ottobre 2014 - 13:01

    Dopo le tante balle e i sogni di Renzi è certissimo ci saranno nuove tasse. Che le imponga il duo di peracottai Renzi Padoan o le regioni e i comuni a chi le paga frega poco. Applicheranno una sola nuova tassa sulla casa che ne comprenderà tante tutte le comunali e le statali. Ci saranno rimborsi o sconti elevati alle famiglie numerose più di due figli-Loro scopano e gli altri coglioni pagano.

    Report

    Rispondi

  • paolino pierino

    15 Ottobre 2014 - 17:05

    In questo paese di m...a stanno male i poveri bene quelli che fanno fina di esserlo. Se hai lavorato una vita fatto immani sacrifici pagando mutui con tassi fino al 22,5% sei proprietario di un appartamento questo stato governato da delinquenti vuole espropriartelo sarebbe il meno è che non si riesce a vendere allora paghi tasse e nuove sono allo studio. Hai un reddito medo basso lo esproprian

    Report

    Rispondi

  • burago426

    15 Ottobre 2014 - 09:09

    5 ore di lavoro al giorno bastano ed avanzano, basta che si pagasse solo il 10% di tasse e le famiglie che non ce la fanno, siano liberi di lavorare anche 10 ore al giorno, ma con retribuzione più giusta. Una colf, in 2 ore ha prodotto con il suo misero salario quello di un dipendente pubblico in 7 ore. Sono 2 sistemi, lo so, ma chissà perchè nessuno piace fare la colf, chissà perchè. Ed allora!?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog