Cerca

Malaburocrazia all'italiana

Artigiano non paga 20 euro
l’Inps ne vuole 4mila

Un artigiano di Tolmezzo rischiava addirittura un mese di cella. Ora, trovata la ricevuta, impugna la sentenza

Artigiano non paga 20 euro
l’Inps ne vuole 4mila

La malaburocrazia italiana non dà tregua. Siamo a Tolmezzo, 10mila abitanti in provincia di Udine, nel cuore della Carnia. Un artigiano trentenne, per non aver versato 20 euro all’istituto di previdenza sociale (Inps), è stato condannato dal tribunale a un mese di carcere e a una sanzione di 500 euro, pena convertita nel pagamento di una multa di 4mila, ossia 200 volte la somma iniziale. La sproporzione tra la dimenticanza del piccolo imprenditore e la punizione inflittagli dovrebbe far riflettere seriamente sul modo in cui lo Stato infierisce sui cittadini. 

Ma la vicenda si fa ancora più paradossale se si pensa che il malcapitato quei 20 euro li aveva versati e, certo di averlo fatto, dopo aver rovistato nei cassetti di casa, l’altro giorno ha trovato la ricevuta di versamento. Intanto però è stato condannato. Ora il documento è nelle mani  del commercialista e la speranza è che, di fronte all’evidenza, la condanna «per avere omesso di versare - in qualità di legale rappresentante e di datore di lavoro -le ritenute previdenziali e assistenziali operate sulle retribuzioni erogate ai propri dipendenti» venga cancellata.

Leggi l'articolo integrale di Alessandro Gonzato

su Libero in edicola mercoledì 20 febbraio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    08 Aprile 2013 - 20:08

    Il rimedio è un sano Colpo Di Stato con tanto di Campi Di Sterminio per i cani vecchiacci prostatici di palazzo chigi...ma si sa,gli italioti non hanno le palle !

    Report

    Rispondi

  • soleados

    08 Aprile 2013 - 12:12

    foreigner019...FESSACCHIOTTO, non e' stata Equitalia a condannare la persona di cui trattasi ma il GIUDICE. Stai dormendo? Non sai leggere? Scommetto che sei un elettore del berlusca, visto che non ragioni!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • isolalta

    08 Aprile 2013 - 11:11

    4000 euro 200 volte di piu a dovuto pagare va benissimo ok ora faccia causa anche lui e pretenda 200 volte di piu della quota pagata cioè 800.000 euro

    Report

    Rispondi

  • robertgo

    09 Marzo 2013 - 12:12

    Sono artigiano, piccolo,e della crisi ne ho risentito tantissimo, a roma si dice "sto' alla frutta". Ho eseguito un piccolo lavoro per un piccolo comune di Viterbo appena 75,00 euro, e, come molti sanno il pagamento delle prestazioni e merci, questi enti li effettuano tramite bonifici a cui vanno richiesti dai comuni documenti quali "Curd" ed altro che non sto adesso a precisare(è troppo difficile per me,premetto che, haimè, sto in difetto con INPS ed INAIL, pertanto le stesse non comunicano il famigerato "CURD" al Comune e lo stesso non può procedere con il pagamento. Domanda??? Se io non incasso come posso pagare "INPS INAIL e tutti gli altri"? Il materiale io l'ho pagato e non ho chiesto "CURD" a nessuno. Spero solo che qualcuno legga questo e ne faccia uso per tutti quelli che hanno "anche" questo problema. ...Ah!!! quei pochi euri mi farebbero comodo. Grazie a chi legge e scusate il piccolo sfogo, per me è la prima volta che scrivo su questi "forum"?!?! Robertgo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog