Cerca

Brutte notizie

Ue, schiaffo all'Italia: "Niente altre proroghe al rientro del deficit"

Il portavoce Bailly: "Non è prevista la concessione di altro tempo ad altri paesi". Il limite del 3% sul Pil al 2014 non varrà solo per Portogallo e Francia. Anche la Spagna a rischio

Ue, schiaffo all'Italia: "Niente altre proroghe al rientro del deficit"

 

L'Europa chiude la porta in faccia all'Italia. Una proroga al limite del 2014 per riportare il deficit al 3% del Pil, come previsto dal patto di stabilità Ue, non verrà concessa a Olanda e Italia. Ad affermarlo è stato un portavoce della Commissione europea, Olivier Bailly, nel consueto briefing quotidiano con la stampa a Bruxelles: "Non sono a conoscenza dell'intenzione di concedere altro tempo ad altri Paesi - ha spiegato - e non ricordo alcuna dichiarazione della Commissione che annunci l'intenzione di concederne". Finora, dunque, i paesi "graziati" potrebbero essere solo Portogallo, Francia e Spagna, anche se a Madrin non verranno concesse altre estensioni del termine nonostante le difficoltà riscontrate dal governo di Madrid, che prevede una contrazione del Pil per il 2013 dallo 0,5% all'1 per cento. "Quando si tratta di definire le prospettive di crescita o di deficit di un paese - ha spiegato Bailly - ci si deve basare sulle cifre di Eurostat" e questi dati saranno disponibili solo dal prossimo 22 aprile. Per ora, ha concluso il portavoce, "stiamo verificando tutti gli elementi e solo sulla base di questi si deciderà sulla procedura di deficit eccessivo".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Cesare_Torino

    03 Aprile 2013 - 19:07

    Sono pienamente d'accordo con 44carlomaria: Stiamo diventando SUDDITI dell'UE perchè i cittadini sono i tedeschi, i finlandesi etc. Contro la "casta" e i neocomunisti/fascisti/pseudoanarchici M5S occorre un altro 14 luglio 1789(ghigliottina compresa)

    Report

    Rispondi

  • Beauty

    02 Aprile 2013 - 19:07

    che qualcuno ha votato la Lista Monti & Co.

    Report

    Rispondi

  • paolo44

    02 Aprile 2013 - 19:07

    Un bagno di sangue, tipo '45, e poi si riparte e li rifacciamo neri. Altrimenti questi ci tengono al guinzaglio scorsoio e ci strangolano per l'eternità. Impicchiamo Prodi e Amato , facciamo un referendum sull'euro e sbattiamogli la porta in faccia. Siamo anche in grado di vivere solo di turismo.

    Report

    Rispondi

  • 44carlomaria

    02 Aprile 2013 - 17:05

    Stanno cercando di usarci come Cipro. Facciamo due conti: autotassiamoci e usciamo dall'Euro: quale sarà la differenza? Potremo tassare, ad esempio, le merci che arrivano da paesi asiatici dove non vi è rispetto per i lavoratori. La nostra industria manifatturiera ne guadagnerebbe e aumenterebbero i posti di lavoro. Ho detto 'azzate? Più di quelle che ci hanno raccontato i professori Prodi e Monti? Asvedommia

    Report

    Rispondi

blog